Sciopero 23 ottobre | Roma paralizzata | chi incrocia le braccia

Indetto sciopero 23 ottobre a Roma. La Capitale subisce grossi disagi nella giornata di venerdì, con tanti lavoratori in protesta.

Sciopero 23 ottobre Roma
Venerdì nero sciopero 23 ottobre 2020 a Roma in tanti settori Foto dal web

Il sindacato CUB – Confederazione Unitaria di Base ha indotto uno sciopero il 23 ottobre 2020 a Roma. La giornata di venerdì sarà nerissima per chi dovrà spostarsi nella Capitale. Il sindacato CUB richiede una modifica su welfare, salari e diritti dei lavoratori, che a suo avviso andrebbero migliorati.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | Conte | ‘Scuola priorità | no aumento tasse’ VIDEO

Lo sciopero 23 ottobre investirà non solo i trasporti ma anche la scuola, il settore sanitario e quello degli uffici pubblici. In merito ai trasporti, treni, metro, bus ed aerei funzionerà a singhiozzo. I mezzi pubblici su binari e su strada per le tratte Termini-Centocelle, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Roma-Lido funzioneranno fino alle ore 08.30 e dalle 17:00 alle 20:00, come fasce di garanzia. Lo sciopero scatta, per quanto riguarda il personale ferroviario, dalle 21:00 di giovedì 22 ottobre alla stessa ora di venerdì 23. Fermo anche il personale degli appalti ferroviari, che incrocerà le braccia per l’intera giornata di venerdì, così come i lavoratori di Alitalia e di settore ed indotto dei trasporti aerei.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | La Vecchia | ‘Tanti sintomatici con elevata carica virale’

Sciopero 23 ottobre, tanti i settori che si fermeranno per protesta

In merito alla situazione della sanità sia pubblica che privata e del settore socio-sanitario, la loro protesta è motivata dalla richiesta di maggiore tutela e di riconoscimenti adeguati rispetto agli sforzi profusi durante l’emergenza Coronavirus. Emergenza che tra l’altro continua a farsi sentire di nuovo. C’è il rischio che anche Poste Italiane e gli uffici pubblici restino fermi per via dello sciopero. Si fermeranno di sicuro invece scuole ed università, per contestare i bassi stipendi ed il precariato che ancora continua a martoriare il corpo docenti in Italia. Tutte le scuole di ogni ordine e grado, dagli asili nido alle università, sono a serio rischio di stop per venerdì 23 ottobre 2020.

LEGGI ANCHE –> Sciopero dei voli il 29 ottobre: orari, motivazioni e cosa fare se dovete partire