Roberto Mancini choc su Instagram: l’offesa alle vittime di Coronavirus

E’ bufera sulla vignetta condivisa dall’allenatore Roberto Mancini su Instagram: “Come ti sei ammalato? Guardando i tg”. Si scatenano le reazioni di chi ha toccato con mano il Coronavirus. 

E’ bastata una vignetta apparentemente banale, e probabilmente postata senza pensarci troppo su, a scatenare un vero e proprio polverone su Roberto Mancini. Il noto allenatore della Nazionale di calcio ha condiviso sul suo profilo ufficiale Instagram un messaggio che sta facendo il giro della rete scatenando vibranti reazioni con tanto di richieste di dimissioni da parte di molte persone.

Leggi anche –> Chi è Roberto Mancini: età, carriera, moglie e vita privata del CT dell’Italia

Leggi anche –> Roberto Mancini figlia | cosa accadde con Camilla | “Rapporto interrotto”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il post “infelice” di Roberto Mancini

Cosa è scritto nella vignetta condivisa da Roberto Mancini su Instagram? Un semplice botta e risposta: “Come ti sei ammalato? Guardando i tg”. Nell’immagine incriminata sono raffigurate due persone: una è malata – il riferimento esplicito al Coronavirus non c’è, ma si capisce che il riferimento è a quella malattia – e l’altro gli chiede come si sia ammalato. La risposta strizza l’occhio ai negazionisti ed è stata percepita come una bruciante offesa da tutti coloro che hanno contratto il Coronavirus e stanno lottando contro la pandemia (oltre che dai loro familiari).

“Qualcuno fermi Roberto Mancini, non è sul gruppo degli amici del calcetto del venerdì sera”, si legge in un messaggio di replica al post dell’allenatore. Dello stesso tenore il commento di un altro utente su Twitter: “Vada a spiegarlo ai famigliari delle vittime di Covid-19, che forse hanno guardato troppa tv”. Arriveranno chiarimenti o scuse ufficiali?

Leggi anche –> Coronavirus Italia | cosa fare se c’è un positivo in condominio 

Leggi anche –> Coronavirus, il professor Massimo Galli: “A Milano situazione fuori controllo” 

EDS