Nutella, incendio nella fabbrica Ferrero più grande al mondo

Nella fabbrica Ferrero sita a Villers-Ecalle,  la più grande al mondo dedicata alla produzione di Nutella, è scoppiato un pericoloso incendio.

La produzione e la distribuzione della crema dolce spalmabile più famoso al mondo subiranno un rallentamento nelle prossime settimane. Il rallentamento è stato causato da un incidente avvenuto nelle scorse ore nello stabilimento Ferrero sito a Villers-Ecalle, a Rouen (Francia). Mentre gli operai erano a lavoro per confezionare i barattoli di Nutella è scoppiato un pericoloso incendio all’interno della fabbrica che li ha costretti a fuggire.

Leggi anche ->Sciopero 23 ottobre | Roma paralizzata | chi incrocia le braccia

In seguito all’emergenza sono stati avvisati i Vigili del Fuoco che sono arrivati in pochi minuti presso lo stabilimento francese con diversi mezzi. I pompieri si sono occupati primariamente di fare evacuare in sicurezza i dipendenti della compagnia rimasti all’interno dell’edificio (circa un centinaio), quindi si sono occupati di spegnere le fiamme e scongiurare un secondo incendio.

Leggi anche ->Ferrero premia i propri dipendenti: ecco il ‘premio Nutella’

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio nella fabbrica di Nutella più grande al mondo: nessun morto o ferito

Le fiamme hanno chiaramente causato un danno alla struttura e bloccato la produzione dei barattoli di nutella finché non verranno concluse le indagini e non verrà appurato che l’industria è sicura. Non è stato comunicato al momento l’ammontare dei danni causati alla struttura. Non si sa nemmeno quale sia stata la causa scatenante dell’incendio, sulla quale stanno indagato i Vigili del Fuoco insieme alla gendarmerie francese.

Sebbene lo stop alla produzione e l’incendio abbiano causato un danno economico alla Ferrero, da questa vicenda di cronaca emergono delle notizie positive. La prima è che nessun dipendente è rimasto ferito o ucciso nell’incidente. La seconda è che l’azienda non ha subito danni tali da dover ridurre il personale. Insomma, la fabbrica di nutella più grande al mondo tornerà in funzione presto e gli amanti della crema spalmabile più diffusa al mondo non dovrebbero risentire dell’assenza dal mercato.