Coronavirus Italia | Conte | ‘Scuola priorità | no aumento tasse’ VIDEO

Il premier Giuseppe Conte sulla situazione Coronavirus Italia: “Siamo più efficienti rispetto a tanti altri Paesi, ne verremo fuori”.

Coronavirus Italia Conte
Discorso di Giuseppe Conte sulla situazione Coronavirus Italia Foto dal web

Parla il premier Giuseppe Conte in merito alla situazione Coronavirus Italia. Il primo ministro interviene alla Camera e rimarca il coraggio di avere intrapreso misure importanti e rigorose prima di tutti in Europa.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, allarme di Guerra: manca personale e la sanità di base in tilt

“Anche nelle riaperture di maggio e giugno non abbiamo mai agito alla leggera ma sempre con prudenza e tenendo a cuore la salute delle persone. Ma ancora una volta sappiamo di dovere chiedere dei sacrifici alla libertà dei cittadini. Purtroppo servono degli sforzi per potere garantire a tutti la sicurezza, contro questa pesante epidemia che circola nel nostro Paese da febbraio”. Inoltre il governo ha tutelato le persone anche per preservare l’economia. Infatti Conte dice che senza proteggere i cittadini non ci sarebbero state delle proiezioni attuali in merito alla ripresa delle attività. “Abbiamo stime che ci pongono in una condizione migliore rispetto ad altri Paesi”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | La Vecchia | ‘Tanti sintomatici con elevata carica virale’

Coronavirus Italia, Conte: “Limitiamo spostamenti ed attività non necessarie, ne verremo fuori”

“Siamo vigili sull’andamento dei contagi. A livello regionale i governi locali devono essere pronti ad intervenire. Ad ogni modo non possiamo affrontare l’emergenza coronavirus Italia come fatto nella scorsa primavera”. Questo lascia capire che in ogni caso non ci sarà nessun altro lockdown totale. Ma le Regioni possono intervenire con interventi restrittivi qualora la situazione lo richieda. E Conte sottolinea anche come il governo italiano sia stato praticamente l’unico in grado di poter fornire “almeno una mascherina nuova al giorno ad ogni nostro studente”. Il premier evidenzia anche l’importanza del dovere ridurre le occasioni di contagio. Occorre limitare gli spostamenti e le attività non necessarie, per diminuire il più possibile la circolazione del Covid-19. Solo così la situazione Coronavirus Italia potrà volgere di nuovo al meglio. “E sono fiducioso che anche la comunità internazionale saprà dimostrare unità di intenti. Gli sforzi dell’Italia sono stati molto apprezzati dagli altri Paesi della Unione Europea”.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, torna l’autocertificazione per gli spostamenti notturni

La scuola non si ferma, cosa prevede il governo

Poi il primo ministro ha ricordato le normative in vigore da metà ottobre, su limitazioni che riguardano feste ed incontri privati, attività di ristorazione e simili. Tutti provvedimenti che purtroppo sono dolorosi ma che si riveleranno utili in futuro. Se rispettate, faranno si che la curva dei contagi calerà. Sulla scuola, le attività continueranno con la didattica a distanza. Conte parla dell’istruzione come di una colonna portante dell’Italia, che ha saputo esplorare anche nuove attività di insegnamento. “Non possiamo privare i nostri ragazzi della necessaria formazione culturale ed umana. Lo dobbiamo alle famiglie”. Solo per le scuole secondarie di secondo grado sarà prevista maggiore flessibilità, con ingressi scaglionati in diversi orari e turni di pomeriggio. Per le università vanno predisposti piani che richiedono anche attività a distanza, a seconda delle esigenze dei casi.

LEGGI ANCHE –> Coprifuoco | ‘Misura necessaria per proteggere Milano Napoli e Roma’

Potenziato lo smart working e “nessun aumento delle tasse”

Riguardo agli sport da contatto, quelle amatoriali e quelle dilettantistiche di base sono ferme. Concessi invece gli allenamenti individuali. Stop a sagre e feste, consentite le fiere ed i congressi con il pieno rispetto delle normative previste. Per lo smart working si prevede una implementazione anche oltre al 50% della normale attività. Si lavorerà ancora più da casa che in ufficio. La manovra economica 2021 terrà in piedi l’economia dell’Italia. “Non ci sarà nessun aumento delle imposte ed è prorogata la sospensione di notifiche delle cartelle di pagamento e di altri atti di agenti di riscossione”. Sempre ad inizio 2021 sono previsti 4 miliardi di euro a sostegno delle attività più colpite dalla crisi, come turismo, cultura, spettacolo, ristorazione. Altri 5 miliardi di euro rimpolperanno la casa integrazione per imprese che hanno registrato perdite oltre una soglia predeterminata.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, prove di lockdown in Lazio: limiti a spostamenti e scuole

I trasporti verranno potenziati con ulteriori risorse

Prorogate le misure di sostegno alla patrimonializzazione alle piccole e grandi imprese. Il governo interverrà pure con misure adeguate e mirate nel settore dei trasporti. Ci sono 350 milioni di euro da erogare a Regioni e Comuni in tal senso. Il rilancio dell’economia per annullar egli effetti nefasti della situazione Coronavirus Italia, il Governo intende favorire l’ingresso nel mondo del lavoro da parte di tutti. E Conte avverte che l’attenzione va tenuta alta. Tutti noi abbiamo ora più esperienza dopo quanto vissuto in primavera ad inizio 2020, la pandemia è sempre in corso da allora ed ora è in ripresa. Va contrastata con unità di intenti e responsabilità.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, allarme di Guerra: manca personale e la sanità di base in tilt