Valeria Parrella, come ha fatto a diventare una scrittrice di successo

Valeria Parrella, la carriera della scrittrice candidata (di nuovo) al Premio Strega: ecco qual è stato il suo percorso.

S’intitola “Quel tipo di donna” l’ultimo libro di Valeria Parrella, edito da HarperCollins e già al vertice delle classifiche di libri più venduti in Italia, uno dei romanzi finalisti al premio Strega 2020. La trama del libro racconta il viaggio di tre amiche, partite da Napoli e dirette in Capadocia, in Turchia. L’amore e l’amicizia sono i sentimenti protagonisti della storia: è l’amore, infatti, che ha spinto le quattro donne a salire a bordo di una vecchia Mercedes bianca, su una strada assolata e polverosa, attraverso una Turchia in pieno Ramadan.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Valeria Parrella, chi è: età, carriera, vita privata e curiosità sulla scrittrice

La carriera di Valeria Parrella

Valeria Parrella chi è

Oggi vincitrice di innumerevoli premi e riconoscimenti, Valeria Parrella ha pubblicato il suo primo libro nel 2003: parliamo di “Mosca più balena”, la raccolta che ha portato la scrittrice alla vittoria del Premio Campiello Opera Prima, il Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante e la posizione finale al Premio Bergamo. Parrella è stata finalista al Premio Bergamo anche nel 2011 con “Lettera di dimissioni”. Nel 2005 con “Per grazia ricevuta”, un’altra raccolta, Valeria è stata per la prima volta tra i cinque finalisti al Premio Strega, posizione che si guadagnerà altre volte negli anni futuri. Nel 2007 ha iniziato a lavorare anche per il teatro, pubblicando con Bompiani “Io Clitemnestra, il verdetto”; l’opera è stata messa in scena da Cristina Donadio presso il Teatro Stabile di Napoli, in uno spazio disegnato da Mario Martone. Tra le numerose collaborazioni teatrali dell’autrice ci limitiamo a ricordare “Ciao maschio”, pubblicato nel 2009, e “Tre terzi”, altra raccolta di tre brevi pièces teatrali. Per queste le tre opere, pubblicate da Einaudi, la Parrella ha collaborato con Diego de Silva e Antonio Pascale. Nel 2008 l’autrice ha pubblicato il suo primo romanzo, “Lo spazio bianco”, vincitore del Premio Letterario Basilicata e da cui nel 2009 è stato tratto l’omonimo film; grazie all’adattamento cinematografico Valeria ha vinto il premio Tonino Guerra al Bif&st 2010 per il miglior soggetto. Nel 2019 la scrittrice ha ricevuto il Premio Flaiano per la narrativa con il romanzo “Almarina”, terzo al Premio Strega 2020.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!