Condanna per una madre | tentò di uccidere i figli per l’assicurazione

Il tribunale ha optato per una condanna ai danni di una donna. Lei è una giovane madre che tentò di ammazzare i figli per soldi.

condanna madre figli
Arriva una condanna per una giovane madre che aveva tentato di uccidere i suoi figli piccoli Foto dal web

Una donna tentò di uccidere i figli di pochi anni di età. E per questa vicenda ora ha ricevuto una condanna, seppure ritenuta lieve dai più. Ed anche ridotta rispetto alla richiesta avanzata dal pm, che per lei aveva ipotizzato una pena di 12 anni.

LEGGI ANCHE –> Cerca di uccidere i figli asfissiandoli con il monossido di carbonio, loro la perdonano

Lei è una 26enne che trascorrerà i prossimi 10 anni e 8 mesi in cella dopo che, nel mese di marzo del 2019, inscenò un falso incidente stradale al preciso scopo di far morire i suoi bambini. In questo modo avrebbe potuto avere accesso al premio garantito dall’assicurazione e stipulata sulla vita dei piccoli. L’incidente in questione vide la donna indirizzare la sua auto in una strada in discesa, con dentro i bimbi di rispettivamente 3 anni e 18 mesi. La ragazza sottoposta a condanna si lanciò fuori, per far si che il veicolo si schiantasse e che nell’impatto i piccoli morissero. Ma il bieco proposito di questa scellerata madre di famiglia di soli 26 anni non era andato a buon fine.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Cadavere murato | donna fece uccidere uomo che la lasciò

Condanna per una madre, cercò di ammazzare i suoi bimbi

Lei già un anno prima aveva perso il marito, per un incidente stradale (questa volta vero). E la cosa le aveva fruttato un risarcimento assicurativo di 200mila euro. Non contenta, la giovane avrebbe voluto fare lo stesso con i suoi figlioletti. Alla fine, anche per il fatto di avere svolto un processo con rito abbreviato, questa persona se l’è cavata con poco meno di 11 anni di reclusione. Infatti il rito abbreviato le ha garantito un parziale sconto di pena. Ma assieme a questa condanna è arrivata anche la interdizione perpetua, vita natural durante, dai pubblici uffici. Una cosa prevista dall’articolo 28 del codice penale italiano. Ed in base alla quale la donna non potrà più esercitare il diritto di voto né detenere la potestà sui figli.

LEGGI ANCHE –> Stupra e uccide la figlia di 10 mesi, poi si mette a chattare su Internet