Famosa Youtuber butta due neonati nell’immondizia, aveva nascosto le gravidanze

Alyssa Dayvult ha nascosto le sue due gravidanze a tutti, compresi sua mamma e il suo fidanzato e ha gettato i neonati in un bidone dell’immondizia, lasciandoli morire.

La 31enne youtuber e make-up artist Alyssa Dayvult rischia ora 20 anni di carcere, mentre aspetta che venga letta la sentenza che la accusa di omicidio plurimo e abbandono di minore, per aver gettato in un bidone dell’immondizia i suoi due neonati.

Leggi anche–> Roma, neonata trovata morta sotto un ponte del Tevere: si indaga per omicidio

La dinamica dei fatti

Alyssa ha nascosto entrambe le sue gravidanze a tutti quelli che conosceva, inclusi sua mamma e il suo compagno, e ha dato alla luce un bambino e una bambina a soli 13 mesi di distanza nel 2017 e nel 2018. Gli inquirenti hanno poi spiegato che i due bimbi erano vivi e vegeti alla nascita ma sono stati gettati in un bidone dell’immondizia.

Leggi anche–> Partorisce in auto e mette il neonato dentro una busta: arrestata per omicidio

La 31enne cercava di scappare dalla polizia ma è stata fermata dalle forze dell’ordine a Myrtle Beach, nel South Carolina e arrestata. Rispondendo alle domande degli inquirenti, ha poi spiegato il motivo per cui ha deciso di compiere quel folle gesto: a quanto pare il suo compagno non voleva avere figli e lei ha avuto paura della reazione di lui e di sua madre, quindi ha messo in atto il suo piano di sbarazzarsi dei suoi due figli appena nati.

Le gravidanze, fin a quel momento tenute nascoste, sono state svelate perché la donna ha sviluppato un’infezione dopo la nascita del secondo bambino. Il personale medico ha trovato nell’utero di Alyssa, una placenta e ha dedotto la precedente gravidanza, 13 mesi prima.

Leggi anche–> Mamma accusata dell’omicidio del figlio neonato, tracce di droga nel latte materno

Dopo numerose bugie smentite, ai poliziotti la 31enne ha infine dichiarato di aver avuto paura e aver agito senza pensare. Ha raccontato di aver partorito nella sua camera, pulito tutto da sola, avvolto i neonati in sacchi della spazzatura e buttati via, ripetendo il piano per entrambe le nascite.

Oggi Alyssa è in attesa che la sua sentenza venga letta in Tribunale: rischia 20 anni di carcere per omicidio, senza possibilità di uscita per buona condotta.