Soleil Sorge, chi è Daniel Prigioni: suo presunto fidanzato

La vita privata di Soleil Sorge, chi è Daniel Prigioni: suo presunto fidanzato che fa il cantante, carriera e curiosità.

(screenshot video)

Daniel Prigioni, conosciuto anche come il Dandy Milano, cantante e appassionato di moda, sarebbe il nuovo presunto fidanzato di Soleil Sorge. Riguardo la showgirl, lui stesso ha ammesso a Pomeriggio 5: “Relazione no ma tra noi c’è una bellissima conoscenza in atto”. Insomma, non è chiarissimo il rapporto tra i due.

Leggi anche –> Iconize contro Soleil Sorge: “Mi ha venduto per due spicci”

Dandy Milano, soprannome di Daniel Prigioni, chiamato così dagli amici milanesi per alcuni suoi atteggiamenti appunto da dandy, spopola in Rete coi suoi video e in un’intervista di qualche tempo fa ha sostenuto: “Sono stato adottato a 10 anni circa e oggi ho diviso la mia vita in tre fasi, da 0 a 10 l’orfanotrofio, da 10 a 20 la follia, da 20 a 30 la trasformazione”.

Leggi anche –> Fabiana Britto sposata? Chi è il misterioso marito imprenditore

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere su Daniel Prigioni aka Dandy Milano

Nella stessa intervista, dice di essere stato salvato dalla musica e si descrive in questo modo: “Io sono proprio così, molto estroverso, sfacciato e tremendamente profondo. Attraverso gli stereotipi della società metropolitana nella quale vivo, voglio sdrammatizzare e ironizzare su quella che è diventata la mia quotidianità. Sono partito da meno di nulla, e voglio dimostrare a tutti che attraverso i valori e tanta voglia di emergere si possono realizzare i propri sogni”.

Sul senso della sua musica, che lui stesso definisce un misto tra soul e trap, Dandy Milano ha altresì raccontato: “Nei miei testi non vi è diversità tra ricco e povero che la società evidenzia sempre, ma vuole spingere al migliorarsi senza scappatoie. Senza droga bere o finti selfie. C’è solo l’essere se stessi, senza seguire la massa. Il ritorno ai valori. Certo sono canzoni forti,sfacciate che portano all’estremo la realtà della vita attuale. Per smuovere le coscienze”.