Al Bano distrutto, Yari Carrisi condannato: dietro a tutto c’è Barbara D’Urso

Yari Carrisi ha ricevuto una condanna penale per aver leso l’onore e la reputazione di Barbara D’Urso augurandole la morte sui social. Ecco cosa si nasconde davvero dietro a questa decisione.

Il tribunale ha emesso un decreto penale di condanna ai danni di Yari Carrisi per aver leso la reputazione e l’onore di Barbara D’Urso. Il decreto di condanna è legato a quanto successo lo scorso aprile, quando il figlio di Al Bano scrisse un post scioccante contro la conduttrice di Mediaset. Nel post si leggeva semplicemente: “Barbara D’Urso deve morire”. Una frase molto pesante che ha generato una bufera social ai danni di Yari, il quale, compreso l’enorme errore, ha cercato di rimediare pubblicando un video chiarificatore.

Leggi anche ->Yari Carrisi dopo l’imprecazione contro Barbara d’Urso: “Non volevo…”

Nonostante Yari abbia cercato di riparare, spiegando che il suo non voleva essere un augurio di morte, ma di un commento sui programmi che conduce. Ecco cosa ha scritto a tal proposito: “È ovvio – ha chiarito nelle sue Instagram Stories – che mi riferisco al programma e non alla persona fisica che ha dato il nome al programma. Il tipo di show che non aiuta a vivere meglio ma è cattivo e ignorante e si approfitta della gente e delle sventure delle persone ed è ora di relegarlo al passato”.

Leggi anche ->Yari Carrisi Barbara D’Urso | lui spiega il perché del messaggio d’odio | FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Yari Carrisi condannato per la frase contro la D’Urso

La spiegazione della frase non è bastata a far placare la polemica social, con utenti pronti a difendere la D’Urso e condannare Yari Carrisi per la frase d’odio. In quei giorni è persino nato un hashtag ‘#ancheiosonoladurso‘. La conduttrice, offesa da un simile attacco immotivato, ha deciso di sporgere denuncia contro il figlio di Al Bano. Denuncia che si è tradotta in condanna nelle scorse ore.

Barbara D'Urso lite