Chiusura scuole, Conte: “La Campania può farlo ma non è la decisione migliore”

Parlando della decisione di De Luca di chiudere tutte le scuole della Campania, Conte ha spiegato che è lecita ma non quella migliore.

Sta facendo discutere tutta Italia la decisione presa dal governatore della Campania Vincenzo De Luca di chiudere tutte le scuole e instaurare un mini lockdown per la Regione. Le prime critiche sono giunte dal Ministro Azzolina, ma sono molti coloro i quali ritengono troppo stringenti le misure adottate. Ovviamente la decisione è stata presa in conformità con le possibilità concesse dall’ultimi Dpcm, visto che è stata lasciata la libertà ad ogni governatore di applicare misure più stingenti di quelle nazionali.

Leggi anche ->Scuole chiuse in Campania, Azzolina furiosa: “Decisione gravissima”

A confermarlo è stato il premier Giuseppe Conte, a colloquio con la stampa al termine della prima giornata del Consiglio Europeo. Il Presidente del Consiglio, infatti, ha dichiarato: “Chiudere in blocco le scuole non è la migliore soluzione – dice prima di spiegare meglio la propria posizione – le singole regioni possono adottare misure più restrittive. Dico semplicemente, e faccio una prima valutazione, che chiudere subito in blocco tutte le scuole è una soluzione che sembra a portata di mano e molto facile”.

Leggi anche ->Coronavirus, svolta De Luca: scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chiusura scuole, Conte: “Milano? Non mi aspetto un lockdown”

La scelta di De Luca potrebbe fungere come apripista per quella di altre regioni o città. Ieri, infatti, è stato registrato un nuovo record di positivi ed anche il numero più alto di decessi da giugno. La regione più colpita è stata la Lombardia e la provincia con più casi quella di Milano. Sorge dunque spontaneo il dubbio che anche nella città meneghina si possa decidere di chiudere in blocco le scuole. A tal proposito, però, il premier Conte sembra abbastanza sicuro: “Non mi aspetto un lockdown su Milano”.

Successivamente Conte spiega che in questo momento bisogna semplicemente organizzarsi per evitare che la situazione si complichi ulteriormente: “Dobbiamo soprattutto riporre fiducia sul comportamento di tutti i cittadini perché quella è la nostra forza”. Il premier sottolinea che le misure restrittive vanno bene e che quelle precauzionali anche, ma prima di tutto bisogna far sì che i cittadini abbiano fiducia nelle misure applicate, così che possano collaborare attivamente al funzionamento delle stesse.