Ronaldo, l’accusa del ministro dello sport: “Violato il protocollo anti-Covid”

In un’intervista a “Il Mix delle cinque” in onda su Radio Uno il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha criticato lo spostamento da Lisbona a Torino di Cristiano Ronaldo. 

Cristiano Ronaldo

Non si placano le polemiche su Cristiano Ronaldo. Tornando dal Portogallo, la stella del calcio ha violato il protocollo anti-Covid, in quanto positivo al virus. È quanto ha denunciato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora rispondendo alle domande di Gianni Minoli nel corso di un’intervista per il programma “Il Mix delle cinque” in onda su Rai Radio Uno, di cui è stata anticipata una sintesi. Alla richiesta del giornalista se il campione juventino abbia violato il protocollo andando e tornando dal Portogallo, il ministro dello Sport ha risposto senza mezzi termini: “Sì, penso proprio di sì, se non ci sono state autorizzazioni specifiche dell’autorità sanitaria”. Parole che non faranno sicuramente piacere al fuoriclasse del pallone, ma tant’è.

Leggi anche –> Coronavirus, teoria negazionista della sorella di Ronaldo: “Grande frode”

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo torna in Italia: è positivo al Coronavirus

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cristiano Ronaldo al centro delle polemiche

Nel corso dell’intervista radiofonica il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora è intervenuto poi anche sulla clamorosa (e controversa) sentenza del giudice sportivo sul match  Juventus-Napoli, la partita non disputata causa Covid e per la quale in primo grado è stata decretata la vittoria per 3-0 alla Juventus, oltre a un punto di penalizzazione per il club partenopei. “E’ una sentenza di cui prendo atto e vediamo adesso cosa accadrà con il ricorso del Napoli” ha dichiarato il ministro dello Sport con atteggiamento possibilista. – La partita – è il caso di dirlo – è ancora tutta da scrivere…

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo positivo al Coronavirus: le sue condizioni

Leggi anche –> Juventus in isolamento, Cristiano Ronaldo perde la pazienza: “Ingiusto”

EDS