Malattia Jole Santelli, cos’aveva? Le cure già in campagna elettorale

La Presidente della Regione Calabria Jole Santelli è deceduta questa notte. La politica era malata già da diverso tempo: cosa aveva?

Questa mattina è giunta la notizia dell’improvvisa morte di Jole Santelli, Governatrice della Calabria. La Presidente della Regione era stata eletta lo scorso 15 febbraio, diventando la prima donna a governare la Calabria. In questi mesi si era trovata a fronteggiare l’emergenza Coronavirus ed a detta di tutti era sembrata energetica e combattiva come al suo solito. I suoi collaboratori hanno spiegato che non aveva dato segnali di malessere e che anzi nei giorni scorsi aveva lavorato sino a tarda sera.

Leggi anche ->Jole Santelli, chi era: carriera, vita privata della presidente della Calabria

Da quanto riportato sappiamo che Jole ha accusato un malore durante la notte, ma pare che sia morta serenamente sul suo letto. Potrebbe dunque essersi trattato di un problema cardiaco improvviso. Impossibile al momento dirlo con certezza, ma il decesso pare non sia legato alla lunga malattia che la Governatrice della Calabria stava combattendo ormai da diverso tempo. Era noto, infatti, che Jole fosse malata di cancro già durante la campagna elettorale.

Leggi anche ->Jole Santelli morta | scomparsa nella notte la governatrice della Calabria

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Malattia Jole Santelli: cosa aveva la Governatrice della Calabria

Jole Santelli era malata di cancro ben prima delle elezioni regionali che l’hanno portata ad essere la prima governatrice donna della Regione. In una recente intervista concessa a ‘Il Fatto Quotidiano‘ aveva spiegato di aver consultato l’oncologo prima di accettare la corsa alla presidenza: “Quando Silvio Berlusconi mi offre la candidatura ringrazio felice, ma chiedo due minuti prima di accettare. Chiudo la telefonata e formo il numero del mio oncologo: posso candidarmi? Posso onorare il mandato quinquennale?”. Il medico le ha risposto di non preoccuparsi e di sperare di poter essere il suo consulente per tutto il mandato.

In un’altra intervista, concessa questa volta al ‘Corriere della Sera‘, Jole aveva mostrato un enorme coraggio, spiegando come la malattia non le avrebbe impedito di lavorare: “A capo di una Regione, la paura non te la puoi permettere. Non temo per me stessa, neanche un po’. È impossibile quando si ha la responsabilità di una Regione. Non ci si può permettere nemmeno di rimanere chiusi in casa. La politica si fa andando in sede. Io sono stata sempre lì, alla mia scrivania”.

Jole Santelli morta