Milano, maestro delle elementari sospeso: percuoteva e insultava gli alunni

Un maestro dell’elementari è stato sospeso per 4 mesi per aver usato violenza verbale e fisica sugli alunni delle sue classi.

Da quando il maestro era giunto nella loro classe, molti alunni avevano problemi di insonnia, avevano timore ad entrare in classe e perso la volontà di fare attività motoria. Segnali evidenti di un trauma subito durante le ore in classe. Le indagini sull’insegnante sono partite quando alcuni bambini hanno disegnato un armadio accanto al quale sostavano un bambino e l’insegnante.

Leggi anche ->Maestra d’asilo avvelena 25 bambini per vendetta: condannata a morte

Nel corso delle indagini condotte dalla procura di Milano, si è scoperto che l’uomo era solito afferrare gli alunni per il colletto o per il cappuccio della felpa e sbatterli contro l’armadio. Il maestro non aveva remore a tenere tale comportamento nemmeno con gli alunni affetti da disabilità. Ma le percosse erano solo un aspetto della violenza che l’uomo esercitava ai danni degli alunni durante le sue ore di lezione.

Leggi anche ->Maestra d’asilo violenta incastrata dalle telecamere: “Ti spezzo le ossa”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maestro sospeso per violenza fisica e psicologica sugli alunni

Secondo quanto emerso dalle indagini, il maestro era solito punire con metodi forti i suoi alunni. Spesso li faceva mettere al muro e li costringeva a guardare la lavagna con la testa girata. Altre volte li faceva piegare all’indietro e guardare verso l’alto per copiare quanto scritto nella lavagna. In un’occasione ha preso di peso un bambino e lo ha posto sopra un porta ombrelli in acciaio, costringendolo a seguire la lezione da lì. A queste punizioni, univa anche insulti ed epiteti offensivi, senza nessun riguardo per la sensibilità dei bimbi. Una volta appurati questi comportamenti, l’uomo è stato sospeso per 4 mesi dall’istituto e dovrà difendersi dall’accusa di violenza e percosse aggravate e continuate ai danni di minori.