Muore a 61 anni l’autore di “E’ quasi magia Johnny”, addio a Izumi Matsumoto

Lutto gravissimo nel mondo dell’animazione. Izumi Matsumoto, autore del cartone animato simbolo degli anni ’90 “E’ quasi magia Johnny”, è morto all’età di 61 anni.

Si è spento dopo una lunga malattia all’età di 61 anni il famoso mangaka Izumi Matsumoto, uno degli autori più importanti degli ultimi trent’anni, padre di capolavori simbolo dell’infanzia di tanti come “E’ quasi magia Johnny”.

Leggi anche –> I luoghi dei cartoni animati Disney e Pixar nel mondo reale – FOTO

Simbolo degli anni Novanta

Izumi Matsumoto, che in realtà si chiamava Kazuya Terashima, è morto lo scorso 6 ottobre, sconfitto da una malattia lunga e faticosa: la stenosi spinale, un restringimento anomalo della colonna vertebrale.  Tuttavia la notizia è stata resa pubblica solo nelle ultime ore.

Il suo capolavoro, il lavoro che gli ha garantito la fama mondiale è sicuramente il manga “Kimagure Orange Road”, poi diventato serie animata e uscito in Italia con il titolo di “E’ quasi magia Johnny“, pubblicato tra il 1984 e il 1987 e che è diventato simbolo dell’infanzia di tanti bambini degli anni Novanta. Johnny (nome originale: Kyosuke) è un ragazzo con i superpoteri, incastrato in un tragicomico triangolo amoroso tra Sabrina e Tinetta (rispettivamente Madoka e Hikaru).

La versione anime (la trasposizione animata del manga) è stata la vera fortuna di Matsumoto, anche in Italia. Questo nonostante le ripetute censure e tagli da parte della televisione italiane di scene e situazioni ritenute troppo piccanti e osè, una prassi che ha colpito la maggior parte dei cartoni animati giapponesi importati in Italia, da “Mila e Shiro” a “Occhi di Gatto”. Tuttavia dalla censure si sono salvati poi il manga e la versione in videocassetta della serie animata, entrambi arrivati nel nostro Paese negli anni successivi. Lo stesso successo in Italia, Matsumoto lo ha avuto con un altra serie che gioca sull’ironia del triangolo amoroso, senza poteri magici questa volta: “Sesame Street”.