Maria Chiara | il fidanzato sotto torchio | ‘Voleva droga in regalo’

Il fidanzato di Maria Chiara, la neo18enne morta probabilmente per overdose, svela la sua verità: “Voleva eroina come regalo di compleanno”.

Maria Chiara overdose
Una overdose sembra essere la causa della morte di Maria Chiara Foto dal web

Eroina come regalo di compleanno. È questa la versione fornita alle forze dell’ordine dal fidanzato di Maria Chiara, la giovane morta nelle ore immediatamente successive al giorno in cui lei aveva compiuto 18 anni. Il decesso della ragazza è avvenuto in casa sua ad Amelia, in provincia di Terni, quando era scattato sabato 10 ottobre.

LEGGI ANCHE –> Ragazza uccisa da overdose | il fidanzato è indagato | FOTO

Il ragazzo, in un interrogatorio durato più di 9 ore, ha ammesso tutto quanto dicendo di avere procurato lui la droga da cedere alla propria giovanissima compagna. Una dose di eroina comprata durante un viaggio a Roma e costata 20 euro. Sempre lui afferma che era la prima volta che Maria Chiara assumeva delle sostanze stupefacenti. Ed il viaggio nella Capitale era avvenuto in compagnia, con la coppia che aveva raggiunto una delle tante piazze di spaccio della città per prendere contatto con uno spacciatore e concludere l’acquisto. Poi tutti e due l’hanno assunta insieme. Dal racconto fornito alle autorità, si evince poi che Maria Chiara avrebbe avuto un malore ma che, nonostante ciò, era riuscita ad incontrare alcune amiche per prendere qualcosa insieme al bar. Invece il fidanzato se n’era tornato a casa sua.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Figlio trova la mamma morta | il piccolo ha 5 anni | ‘Lei stroncata dal dolore’

Maria Chiara, il fidanzato dice: “Voleva droga come regalo di compleanno”

All’indomani Francesco – questo il nome del 21enne – sostiene di avere chiamato la ragazza ma di non avere ricevuto risposta. Lui ha effettuato il ritrovamento del cadavere a letto e dice anche di avere provato a rianimare la 18enne in bagno, mentre una amica infermiera da lui contattata gli aveva consigliato di chiamare il 118 per ricevere una ambulanza allo scopo di condurla in ospedale. Ma tutto è risultato inutile e sembra chiaro che la ragazza abbia perso la vita stroncata da una overdose, per assecondare un suo desiderio, come ribadito dal compagno. L’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro della salma per potere compiere un esame autoptico, che dovrebbe svolgersi entro giovedì 15 ottobre. Nei confronti del 21enne ora vige una accusa per omissione di soccorso, mentre gli inquirenti sono al lavoro per verificare la veridicità di quanto da lui dichiarato.

LEGGI ANCHE — > Incidente stradale | Giada sbalzata dalla moto muore in un dirupo