Coronavirus, stop al vaccino Johnson&Johnson: una “cavia” si è ammalata

La casa farmaceutica Johnson&Johnson ha sospeso la sperimentazione del vaccino anti-Coronavirus dopo uno dei partecipanti allo studio si è sentito male. 

La sperimentazione del vaccino anti-Coronavirus a cui sta lavorando la casa farmaceutica americana Johnson&Johnson è stata sospesa dopo che uno dei partecipanti allo studio si è ammalato. Gli esperti finora non sono riusciti a trovare le cause del problema, e in attesa di far piena luce sull’accaduto si è reso necessario lo stop. La pausa – secondo quanto riportano alcuni media americani – è stata comunicata a tutti i ricercatori che si occupano dei circa 60.000 pazienti sottoposti alla sperimentazione.

Leggi anche –> Coronavirus vaccino | maxi fondi dagli Stati Uniti per cura entro il 2020

Leggi anche –> Coronavirus, il ministro Speranza: “Il vaccino arriverà molto presto”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nuova battuta d’arresto per il vaccino contro il Coronavirus

Johnson&Johnson precisa di aver sospeso “temporaneamente” la sperimentazione del vaccino contro il Coronavirus al quale stava lavorando a causa di “eventi avversi” su un volontario “non spiegabili”. In un comunicato ufficiale il colosso farmaceutico d’oltreoceano ha spiegato che “la malattia del volontario sarà osservata e valutata” con tutte le accortezze e le attenzioni del caso. Nella nota non viene tuttavia precisato se il partecipante alle fase 3 della sperimentazione si sia ammalato dopo aver assunto una dose del vaccino o un placebo.

“Dobbiamo rispettare la privacy di questo partecipante. Stiamo anche imparando di più sulla malattia di questo volontario ed è importante avere tutti i dati prima di condividere ulteriori informazioni”, ha aggiunto la società. Quello annunciato da Johnson&Johnson è il secondo stop a un vaccino Covid dopo quello che ha riguardato l’antidoto messo a punto dall’università di Oxford per Astrazeneca. Anche in questo caso per avere il via libera occorrerà attendere l’esame dei dati da parte di un team scientifico indipendente.

Leggi anche –> Coronavirus, previsione dell’Oms sul vaccino: ecco quando sarà pronto

Leggi anche –> Coronavirus, via all’iter di approvazione del vaccino AstraZeneca-Oxford

EDS

Negazionisti Covid minacce