Caos Giro d’Italia: 8 positivi al Coronavirus, si ritirano 2 squadre

Scoppiato il Caos stamattina al Giro d’Italia: 8 positivi al Coronavirus, tra cui Steven Kruijswijk, si ritirano 2 squadre.

(DARIO BELINGHERI/AFP via Getty Images)

Si aggrava la situazione Coronavirus nel ciclismo: in queste settimane, infatti, si corre il Giro d’Italia, che ha già fatto registrare l’abbandono di Simon Yates. Il ciclista britannico, qualche giorno fa, era risultato positivo al Coronavirus. Si era ritirato e adesso la situazione si aggrava: due corridori e sei persone degli staff sono risultati positivi al Covid-19.

Leggi anche –> Il Coronavirus sul Giro d’Italia: abbandona Simon Yates

I due ciclisti che sono stati trovati positivi sono Steven Kruijswijk del team Jumbo-Visma e Michael Matthews del Team Sunweb. Invece, dei sei membri dello staff, quattro sono della Mitchelton-Scott, squadra di Simon Yates. Ci sono poi altri due positivi: uno al Team Ag2r-La Mondiale e uno al Team Ineos Grenadiers.

Leggi anche –> Coronavirus, le mascherine diminuiscono i contagi: attenzione al particolare

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus al Giro d’Italia: cosa sta accadendo

(LUCA BETTINI/AFP via Getty Images)

Ma non è finita qui, perché adesso saltano due squadre, che decidono di ritirarsi dalla corsa. Una è la Mitchelton-Scott, come spiega Brent Copeland, dg del team: “Per una questione di responsabilità sociale nei confronti dei nostri corridori e del nostro staff, del gruppo e dell’organizzazione del Giro d’Italia, abbiamo preso la decisione di ritirarci dalla corsa”. Copeland ha aggiunto: “Le persone colpite rimangono asintomatiche, o con sintomi lievi, ma la salute dei nostri atleti e del personale è la priorità principale”.

A questa squadra, si è aggiunta poco dopo la Jumbo-Visma, di cui fa parte l’olandese Steven Kruijswijk, che peraltro era uno dei favoriti alla partenza di questa edizione del Giro, dopo il podio ottenuto al Tour de France dello scorso anno. Adesso, l’obiettivo degli organizzatori del Giro è quello di arrivare alla fine, ma non sarà semplice: oggi infatti si corre solo la decima tappa e non siamo nemmeno alla decima tappa.