Vittorio Sgarbi annuncia: “Mi candido a sindaco di Roma”

Il deputato e critico d’arte Vittorio Sgarbi annuncia: “Mi candido a sindaco di Roma”, sarà una candidatura unitaria del centrodestra?

(screenshot video)

“Alle prossime elezioni amministrative di Roma sulla scheda elettorale troverete anche il mio nome”, a scriverlo è il parlamentare Vittorio Sgarbi, eletto nelle file di Forza Italia e tra i più critici nell’opposizione sia rispetto all’euro che nei confronti delle decisioni del governo sul lockdown Coronavirus.

Leggi anche –> Matteo Salvini avverte Virginia Raggi: “Lavoro per dare sindaco a Roma”

Il sindaco di Sutri e critico d’arte allega all’annuncio su Facebook una nota del suo ufficio stampa, in cui si spiega che verrà candidato con il simbolo di “Rinascimento”, il movimento da lui fondato nel 2017. Ad appoggiarlo per ora c’è il movimento “No euro – Italia Libera”, guidato da Gian Luca Proietti Toppi. Insieme hanno di recente raccolto le firme per il referendum per la fuoriuscita dell’Italia dall’Unione Europea.

Leggi anche –> Virginia Raggi a sorpresa: “Mi ricandido a sindaco di Roma”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Sindaco di Roma, Vittorio Sgarbi ci prova: sarà candidatura unitaria?

Il movimento di Vittorio Sgarbi è stato di recente la sorprese delle elezioni in Valle d’Aosta: ha raccolto il 5% alle Regionali e addirittura è arrivato al ballottaggio ad Aosta. Dall’ufficio stampa di Sgarbi fanno sapere che questa scelta è un pungolo per il centrodestra. “La candidatura di Sgarbi rompe gli indugi nel centrodestra e costringe i leader di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia al confronto”, spiegano, invitando alla conferenza stampa di mercoledì pomeriggio in Piazza della Maddalena.

Da parte sua, il critico d’arte osserva sarcastico: “La sindacatura di Virginia Raggi passerà alla storia come la più grave calamità naturale dopo il grande incendio di Roma del 64 d. C. ai tempi dell’imperatore Nerone. C’è da ricostruire una città e ridarle la dignità di Capitale”. Intanto, anche il centrosinistra è alle grandi manovre su Roma e non è detto che non punti a una candidatura unitaria col Movimento 5 Stelle. Candidatura che però dovrebbe accantonare qualsiasi ipotesi di un Raggi-bis.

Sgarbi rissa