Il Coronavirus sul Giro d’Italia: abbandona Simon Yates

Brutte notizie sul Giro d’Italia, il Coronavirus è arrivato anche qui: abbandona Simon Yates, campione britannico della Mitchelton-Scott.

(LUCA BETTINI/AFP via Getty Images)

Simon Yates della Mitchelton-Scott è risultato positivo al Coronavirus, e quindi non proseguirà al Giro d’Italia. Lo ha annunciato sabato mattina il team australiano facente parte del circuito WorldTour. Yates aveva sviluppato lievi sintomi dopo la conclusione della tappa di ieri. Era al 21° posto assoluto, a 3:52 sotto il leader della corsa Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep)

Leggi anche –> Coronavirus, le mascherine diminuiscono i contagi: attenzione al particolare

Il dottor Matteo Beltemacchi, il medico del team, ha detto che Yates continua ad avere solo sintomi lievi e si sente bene, ma è stato isolato nella sua stanza d’albergo singola durante il processo di test e controlli per accertare la sua situazione. Ora sarà messo in quarantena. Non è comunque nelle condizioni di proseguire.

Leggi anche –> Coronavirus, il bollettino del 9 ottobre: 5.372 nuovi casi e 28 morti

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Simon Yates positivo al Coronavirus: lascia il Giro d’Italia

(ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP via Getty Images)

Il 28enne britannico, vincitore di una Vuelta e di una classifica giovani al Tour de France, ha vinto anche tre tappe del Giro d’Italia nel 2018. Viene considerato uno dei ciclisti più forti del circuito professionistico, insieme al fratello gemello Adam. “Simon ha mostrato una temperatura molto mite venerdì sera durante i nostri controlli di temperatura di routine, che vengono effettuati tre volte al giorno durante il corso del Giro d’Italia”, ha detto il dottor Beltemacchi nel comunicato.

Ha proseguito: “Seguendo la politica del team RACESAFE COVID-19, è stato isolato nella sua stanza e abbiamo subito richiesto un test rapido utilizzando i servizi offerti dalla RCS”. Immediatamente, il ciclista professionista è risultato positivo al tampone. “La salute di Simon rimane la nostra principale preoccupazione e, fortunatamente, i suoi sintomi rimangono molto lievi e per il resto è in buona salute”, ha continuato il dottor Beltemacchi, che ha concluso ringraziando per il supporto l’organizzazione del Giro d’Italia. Gli altri ciclisti del team risultano tutt’ora negativi.