Bimbo di 4 anni muore soffocato: il piccolo ha ingoiato un palloncino

Un bimbo di 4 anni è morto soffocato in una casa famiglia di Morlupo dopo aver ingoiato inavvertitamente un palloncino.

Ieri pomeriggio si è consumata una tragedia in una casa famiglia a Morlupo, in provincia di Roma. Un bimbo di origini rumene (4 anni) che viveva nella struttura insieme alla giovane mamma ha inavvertitamente ingoiato un pezzo di palloncino con il quale stava giocando ed ha cominciato a soffocare. Le persone presenti nella struttura hanno cercato di rimuovere il pezzo di plastica dalla gola del bimbo, ma non ci sono riusciti ed hanno chiamato il 118 per fare arrivare un’ambulanza il prima possibile.

Leggi anche ->Palermo, bimbo di 3 anni muore soffocato mentre gioca

L’operatore del pronto soccorso ha girato immediatamente la segnalazione all’ospedale più vicino ed ha anche provato a guidare l’operazione di liberazione della gola con delle indicazioni telefoniche ai parenti. Presi dal panico, però, questi hanno deciso di non aspettare l’ambulanza e di portare il bambino in ospedale con una delle macchine presenti. All’arrivo in struttura però, il piccolo era già morto.

Leggi anche ->Enna, bimbo ingoia una pallina e muore soffocato | Aveva 18 mesi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimbo di 4 anni muore soffocato dopo aver ingoiato un palloncino

Sulla tragedia è stata aperta un’inchiesta che verrà portata avanti dalla compagnia di carabinieri di Bracciano. Come detto sopra, sembra che i parenti del piccolo abbiano ignorato le indicazioni dei soccorritori. Andrà verificato inoltre se da parte della madre ci sia stato un omesso controllo del bimbo tristemente deceduto ieri. Nel caso in cui venisse riscontrato, per la donna ci potrebbe essere un’accusa di negligenza. In ogni caso è molto probabile che l’indagine venga archiviata come incidente, l’investigazione infatti è una prassi in questi casi e serve proprio ad appurare che la morte è stata casuale e non c’è stato dolo da parte dei tutori legali del bambino.