Nuovo decreto Coronavirus: nuove restrizioni per ristoranti, estetisti, parrucchieri e cerimonie

Nuovo decreto in merito alla pandemia da Coronavirus. Scopriamo insieme le novità per ristoranti, estetisti, parrucchieri, e cerimonie.

Le linee guida valide fino a poco tempo fa in merito ai comportamenti da assumere di fronte alla pandemia da Coronavirus sono nuovamente cambiate. Ad essere state prese in considerazione per prime alla conferenza Stato-Regioni sono le attività economiche, produttive, e ricreative. Scopriamo il regolamento che impone il nuovo decreto.

Leggi anche->Covid-19, psicologi asseriscono: “Un secondo lockdown sarebbe insostenibile”

Per quanto riguarda l’ambito della ristorazione, ossia tutte le attività che prevedono la somministrazione di cibo o bevande, le linee guida sono le seguenti.

È necessario informare i clienti, inclusi quelli di differente nazionalità, sulle misure di prevenzione da adottare.

Prodotti destinati all’igienizzazione delle mani devono essere messi a disposizione del pubblico e del personale, vanno disinfettati periodicamente più volte al giorno, ed è necessario siano ubicati soprattutto in prossimità delle entrate e dei servizi igienici.

L’utilizzo comune di riviste, quotidiani, e materiale dello stesso genere è consentito a patto che il cliente di disinfetti le mani.

Le attività ludiche sono concesse, anche quelle che prevedono l’utilizzo di materiale la cui totale disinfezione non può essere garantita. È d’obbligo però mantenere le distanze di sicurezza, igienizzarsi frequentemente le mani ed igienizzare la superficie sopra la quale si è intenti a giocare, e tenere addosso la mascherina

Nei locali che dispongono di posti a sedere, è consigliato l’accesso tramite prenotazione. I tavoli dovranno essere posti a distanza di almeno un metro gli uni dagli altri, è privilegiato l’utilizzo degli spazi esterni, ed il numero di clienti non deve superare quello dei posti a sedere disponibili. Al contrario, le attività senza posti a sedere, dovranno invece consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti, in base allo spazio a disposizione ed alle sue caratteristiche.

I buffet sono consentiti purché la somministrazione del cibo sia affidata al personale e non al consumatore.

Il cliente è obbligato ad indossare la mascherina in qualsiasi punto del ristorante, soprattutto alla cassa, ed è autorizzato a toglierla soltanto una volta seduto al tavolo.

Leggi anche->Partecipa a funerale e prende il Covid | morto nel giro di una notte

Per quel che riguarda l’ambito del servizio alla persona, le nuove regole imposte dal decreto sono le seguenti.

L’accesso è consentito soltanto tramite prenotazione, e le linee guida in merito alle misure di prevenzione devono essere alla portata del cliente.

L’ingresso può essere vietato a coloro che presentano temperatura corporea superiore a 37,5 °C.

I locali devono mettere a disposizione prodotti per l’igienizzazione delle mani.

Le distanze di sicurezza devono essere mantenute. Se il servizio erogato prevede una certa vicinanza o contatto, sia operatore che cliente dovranno utilizzare mascherine apposite FFP2, visiere protettive, grembiuli monouso, e guanti, a seconda delle prestazioni in questione.

L’operatore è obbligato a disinfettare periodicamente l’ambiente di lavoro prima dell’arrivo di un nuovo cliente, ad igienizzarsi frequentemente le mani, ed assicurare adeguatamente il cambio d’aria negli spazi chiusi.

 

Leggi anche->Coronavirus Italia | Ricciardi | “Prepariamoci a 16mila contagi al giorno”

Anche l’ambito del commercio al dettaglio sarà soggetto a nuove linee guida.

L’accesso, soprattutto se in centri commerciali o supermercati, potrà essere vietato a coloro che presentano una temperatura maggiore di 37,5 °C.

Le distanze di sicurezza devono essere mantenute, è necessario evitare gli assembramenti, e l’accesso potrebbe essere limitato ad un certo numero di clienti.

Prima dell’ingresso in locali la cui merce è direttamente accessibile al cliente, è necessaria l’igienizzazione delle mani tramite l’utilizzo di prodotti resi ampiamente disponibili dal negozio.

Clienti e lavoratori sono soggetti all’obbligo di utilizzo della mascherina.

 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nuovo decreto Coronavirus: le nuove linee guida per le cerimonie

Anche lo svolgimento di cerimonie sarà soggetto al nuovo decreto per far fronte alla pandemia da Coronavirus. Il nuovo regolamento prevede l’adozione dei seguenti comportamenti.

Le misure di prevenzione e sicurezza devono essere alla portata di tutti i partecipanti.

L’elenco dei partecipanti deve essere disponibile per un periodo di 14 giorni in seguito all’evento.

I tavoli devono essere posizionati alla distanza di un metro gli uni dagli altri, e gli spazi riorganizzati in modo da evitare qualsiasi tipo di assembramento.

È consigliato l’utilizzo di ambienti esterni. Qualora invece la cerimonia si svolgesse in ambienti chiusi, è necessario il cambio periodico dell’aria e la disinfezione degli stessi.

La modalità buffet è consentita, purché sia un operatore ad occuparsi della somministrazione di cibo e bevande.