Tragedia a Belluno: padre non rispondeva al telefono, trovato morto

A dare l’allarme è stato un figlio, preoccupato per il papà, che non sentiva da ore. Nessuno avrebbe mai immaginato la terribile tragedia.

Ci troviamo in provincia di Belluno, più precisamente a Perarolo di Cadore. Il protagonista della tragedia è un figlio, che si è rivolto alle autorità visibilmente disperato. Scopriamo insieme che cosa è successo.

Leggi anche->Tragedia alla festa di matrimonio: sposo uccide la moglie davanti agli invitati

Il figlio ha chiamato i Carabinieri, evidentemente allarmato. La sua preoccupazione era rivolta al padre, scomparso da diverse ore. Proprio così, il ragazzo non era riuscito a mettersi in contatto con il papà, nonostante stesse tentando di rintracciarlo telefonicamente oramai da parecchio tempo.

Leggi anche->Padre ucciso dalla fidanzata, la rabbia della famiglia: “Sentenza ridicola”

Le autorità competenti hanno immediatamente dato il via alle ricerche. Queste ultime non sono però durate a lungo, e la drammatica scoperta non ha tardato a scioccare i Carabinieri e la famiglia. A quanto pare le preoccupazioni del figlio erano del tutto legittime, perché il papà è stato trovato nella propria abitazione, oramai privo di vita.

Leggi anche->Padre morto di Covid-19, lei insultata sui social: “Impiccati”

Marino Saccon, questo è il nome della vittima. L’uomo trevigiano, originario di Fontanelle, aveva ben 69 anni al momento della sua morte, avvenuta in data 7 Ottobre 2020. Il suo cadavere è stato scoperto dai Carabinieri nella propria residenza in montagna, ubicata nella località di Rucorvo. Le autorità, una volta accertatele cause della morte, di tipo naturale, hanno provveduto immediatamente alla rimozione della salma, in accordo con il magistrato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Papà non risponde da ore”, tragedia a Belluno

Il tragico avvenimento è accaduto a Perarolo di Cadore, in provincia di Belluno. Le autorità sono state rintracciate da un figlio, il quale ha avvertito i Carabinieri, comunicando loro di non avere notizie del padre da diverse ore. La ricerca del 69enne è partita subito, e la drammatica scoperta non ha tardato ad arrivare. L’uomo è stato infatti ritrovato soltanto poco tempo dopo, nella sua abitazione in montagna, oramai privo di vita. La morte, oramai accertata, è avvenuta per cause naturali, e non per mano di terzi.