Stuprata e uccisa | resta incinta e il padre l’ammazza | ‘Un disonore’

Una ragazza stuprata e uccisa, a commettere il delitto è il padre con l’aiuto di un altro figlio. Vittima una giovanissima rimasta incinta.

Stuprata e uccisa incinta
16enne stuprata e uccisa in famiglia Foto dal web

Un orribile delitto è avvenuto nella parte settentrionale dell’India, con una ragazza stuprata e uccisa. Ma in questo tremendo fatto di sangue c’è un ulteriore errore. Il tutto è accaduto in un villaggio situato nelle immediate vicinanze della città di Shahjahanpur. La vittima era una ragazza di 16 anni, rapita da un maniaco che l’ha sottoposta a violenza carnale.

LEGGI ANCHE –> Disabile stuprata | minorenne violentata nel lockdown resta incinta

A seguito dello stupro subito, l’adolescente è poi rimasta incinta. E questo ha fatto andare su tutte le furie la sua famiglia, con il padre che ha condotto la sua stessa figlia in un bosco attiguo per ammazzarla barbaramente. Il corpo della 16enne stuprata e uccisa è stato rinvenuto tra la vegetazione. A quel punto il papà della povera vittima ha confessato tutto alla polizia del posto. L’uomo ha ammesso di avere agito in questa maniera in quanto trovava tutto quanto accaduto insopportabile.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Si finge morta per salvarsi dal “mostro” strupratore conosciuto su Tinder

Avere una figlia incinta al di fuori del matrimonio ed in così giovane età, senza la presenza di un marito al suo fianco, rappresentava una situazione di disonore. Ad abusare di lei tra l’altro era stato un suo parente, forse uno zio. La giovane non ha voluto dire niente a nessuno dei suoi parenti per paura probabilmente di non essere creduto. Ma ad un certo punto la gravidanza non poteva più essere nascosta. Così ha confessato tutto, suscitando la rabbia del padre ed anche di un fratello di lei. I due l’hanno picchiata per poi ucciderla tramite strangolamento. Infine ne hanno gettato il corpo nel bosco. Ma una volta rinvenuto il cadavere, hanno confessato entrambi. Ed ancora una volta è la vittima di tutto a pagare il prezzo più alto.

LEGGI ANCHE –> Ferrara, il post del comune genera una bufera: “Se sei ubriaca sei in parte responsabile dello stupro”