Marcia della Liberazione: chi è la deputata Sara Cunial

Sabato 10 ottobre a Roma si tiene la Marcia della Liberazione: chi è la deputata Sara Cunial, tra gli organizzatori.

(screenshot video)

No al neoliberismo, sì alla Costituzione: queste sono almeno sulla carta le parole d’ordine della Marcia della Liberazione, in programma sabato 10 ottobre a Roma. Diversi esponenti politici, anche di opposte fazioni, hanno organizzato questo evento, a cui prendono parte anche nomi noti: tra tutti quelli di Enrico Montesano e di Rosita Celentano, la figlia del Molleggiato.

Leggi anche –> La deputata no vax Sara Cunial: “Sperimentazioni vaccino Covid sull’uomo? Da nazisti”

C’è poi tra i promotori della manifestazione anche Diego Fusaro, filosofo e fondatore del partito Vox Italia. Si uniscono a loro nomi più o meno noti come quello di Moreno Pasquinelli, già anima e portavoce del Campo antimperialista di Assisi, del giornalista Fulvio Grimaldi, e della preside del liceo Marini-Gioia di Amalfi, Solange Hutter.

Leggi anche –> Coronavirus, deputata multata strappa i decreti in Aula – VIDEO

Sarà presente ed è tra gli organizzatori anche Sara Cunial, deputata del gruppo misto tempo fa cacciata dal Movimento 5 Stelle, per le sue posizioni non condivise dai pentastellati. Classe 1979, è stata eletta due anni fa in Veneto ed espulsa a 13 mesi dalla sua elezione. Si ribellò alle posizioni del M5S sulla Xylella, definite “uno scempio in nome e per conto delle agromafie”. Tra le sue battaglie quella contro sperimentazioni e installazioni della rete 5G e quella sulla pericolosità dei vaccini.

Di recente, durante il lockdown, la parlamentare è stata bloccata dalla municipale in via del mare mentre si dirigeva verso Ostia. Successivamente, in Aula a Montecitorio, Sara Cunial si è resa protagonista di una protesta che ha sconcertato molti. Ha invece simbolicamente strappato una copia del cosiddetto decreto ‘Cura Italia’. Queste le sue parole: “Adesso vi faccio vedere cosa se ne faranno gli italiani dei vostri provvedimenti incostituzionali”.