Telefonia, ancora truffe: le principali vittime sono gli anziani

segnSi parla ancora di truffe, e la categoria maggiormente colpita è quella degli anziani. Scopriamo insieme che cosa sta succedendo.

L’ambito della telefonia è oramai quello più incriminato. Truffe e truffatori sono all’ordine del giorno, ed è facile rimanere incastrati senza accorgersene. Si impiega un attimo a comunicare i propri dati personali alle persone sbagliate, ed in men che non si dica ci si ritrova vittime di numerosi imbrogli.

Leggi anche->Belen Rodriguez truffa | falso diplomatico si finge suo amico a Capri

Questo è sicuramente il caso della truffa del cambio gestore, un imbroglio che sta prendendo sempre più piede all’interno della nostra nazione, e che ha recentemente preso di mira una particolare categoria di persone: gli anziani. Proprio così, coloro che possiedono qualche hanno in più sono i più soggetti ad imbattersi in simili frodi, ed in qualche modo a cadere nella trappola dei truffatori. Vediamo insieme in che cosa consiste la truffa e chi si cela dietro quest’ultima.

Leggi anche->Whatsapp: nuova truffa coi codici di attivazione, come funziona

Dunque come funziona la truffa? La prima fase consiste sostanzialmente in una prima telefonata alla vittima. Un finto operatore telefonico comunica a quest’ultima che il prezzo della sua bolletta subirà un aumento, a causa di ragioni non molto chiare, o “amministrative”. A quel punto la chiamata può tranquillamente terminare, e all’utente viene annunciata una seconda telefonata. A detta loro, a richiamare dovrebbe essere un consulente della Federconsumatori, dell’Unione Nazionale Consumatori, o da qualche altro ente di settore.

Leggi anche->Truffa all’assicurazione | finisce male | uomo perde due dita

Durante la seconda telefonata, la vittima viene spesso messa davanti ad alcune nuove potenziali tariffe per cambiare gestore, ma non si tratta di uno step fondamentale. In seguito, un finto consulente si mette in contatto con l’utente, e tenterà di rifilargli un contratto più costoso del precedente. L’obiettivo di questi truffatori è quello di ottenere i dati personali delle vittime, e di indurle a cambiare la compagnia telefonica.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Truffe di cambio gestore: chi si cela dietro all’imbroglio

Dietro a simili truffe si celano solitamente i call center plurimandatari. Questi ultimi sono sostanzialmente quelli che offrono servizi a diverse compagnie telefoniche. Altri utenti che spesso compiono simili imbrogli sono alcune società, specializzate proprio nella ricerca di clienti insoddisfatti, con i quali l’imbroglio avrà sicuramente molte più probabilità di successo. Nell’ambito telefonico, attualmente, dall’inizio del 2020, si contano ben 47.260 tentativi di truffa. È dunque bene prestare attenzione agli interlocutori con i quali si ha a che fare.