Simone Zignoli, chi è lo sportivo solidale: carriera e curiosità

Carriera e curiosità su Simone Zignoli, chi è lo sportivo solidale: le imprese dell’adventure rider italiano.

(screenshot video)

Ciclista e motociclista, la storia personale del brianzolo Simone Zignoli è incredibile. Infatti, è noto nel mondo del ciclismo per essersi presentato al via dei Mondiali a cronometro 2011 che si sono svolti a Copenaghen, grazie a un tesseramento con l’Albania, che come noto non ha una grande tradizione in questo sport.

Leggi anche –> Marika, per la giovane disabile un sogno che si avvera

L’obiettivo, assolutamente non pretenzioso, era quello di non arrivare ultimo e lo ha raggiunto nonostante il cambio rotto e una serie di altri problemi. L’adventure rider, che si autodefinisce “passaporto italiano, cittadino del mondo”, ha potuto raccontare la sua storia in tv, ospite della trasmissione sportiva Rai ‘Dribbling’ e poi in una serie di incontri su e giù per l’Italia.

Leggi anche –> Ragazzino disabile muore improvvisamente: la famiglia cerca disperatamente risposte

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le imprese solidali dell’adventure rider Simone Zignoli

(JONATHAN NACKSTRAND/AFP via Getty Images)

Ma il “motociclista solitario” non si è fermato qui: è stato lui ad aiutare a disintossicarsi il 15enne Natan, un ragazzo di 15 anni che aveva gravi problemi con le droghe. Dal ciclismo al motociclismo, ma sempre con tanta voglia di immergersi in sfide importanti, infatti, Simone Zignoli ha accompagnato l’adolescente in un incredibile viaggio dal Cile alla Bolivia. Il motociclista aveva raccontato parlando di quel viaggio: “Lo faccio perché mi girano i coglioni a vedere un ragazzo di 15 anni che si butta via così”.

La loro storia venne raccontata da diversi siti Internet e dalla popolare trasmissione televisiva “Le Iene”, che successivamente è tornata a contattare il motociclista, per una nuova incredibile avventura. Infatti, spetta a lui aiutare nel suo percorso Marika, una ragazza disabile col sogno di andare in moto. Un sogno a lungo inseguito e che Simone Zignoli – con la complicità appunto delle Iene – ha contribuito a rendere realtà.