Juventus-Napoli, il viceministro Sileri: “Sono le Asl a decidere”

Durante il programma di Giletti ‘Non è l’Arena’, è tornato a parlare il viceministro della Salute Sileri: la sua versione su Juventus-Napoli

Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, è tornato a parlare durante la trasmissione di La7Non è l’Arena“: “È la Asl che decide, che individua il rischio ponderato dei contatti stretti e decide se devono stare in quarantena o no”. Poi ha aggiunto: “Il protocollo dovrà essere rivisto il protocollo per lavorare in maniera sistematica sulle quarantene. Ridurlo con un tampone alla fine della quarantena a sette giorni”.

Leggi anche —> Coronavirus, il viceministro Sileri: “Sbagliato dire ‘è solo un raffreddore’”

Leggi anche —> Coronavirus, l’allarme lanciato da Sileri: “Chiusura frontiere…”

Juventus-Napoli, la versione del viceministro Sileri

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lo stesso viceministro della Salute ha aggiunto il suo punto di vista per quanto riguarda anche l’andamento dei casi positivi per Coronavirus: “I numeri salgono molto lentamente e saliranno, ma la situazione non è paragonabile a quella di febbraio-marzo”. Ora dopo il caso Juventus-Napoli il protocollo dovrà essere rivisto venendo così cambiato completamente per dare modo di dare continuità al campionato di Serie A. La pausa Nazionale è stata, infine, una manna dal cielo con la possibilità di rivedere alcuni punti ancora molto discussi finora.