Allerta Maltempo, dramma in Valle d’Aosta: è morto un vigile del fuoco

Allerta maltempo nel nord Italia: smottamenti e allagamenti in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, dove stanotte è morto un vigile del fuoco.

Il maltempo si è intensificato questa notte, causando problematiche stradali e frane nella Valle d’Aosta. Da ieri nella regione è stata diramata un’allerta arancione per rischio idrogeologico. Le condizioni atmosferiche avverse hanno causato maggiori danni nella bassa Valle d’Aosta, dove è crollato persino il ponte Gaby. Nottata intensa per i vigili del fuoco che sono stati chiamati ad intervenire in diverse situazioni.

Leggi anche ->Marina di Massa, sorelline morte: l’albero era malato, non c’entra il maltempo

In una di queste si è persino verificato un dramma. Un pompiere è morto durante un’operazione di soccorso: pare che un albero gli sia caduto addosso improvvisamente. Vani i tentativi di soccorso, per il vigile del fuoco (che lavorava come volontario) non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche ->Maltempo, chiusa l’Autobrennero per l’esondazione dell’Adige

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Allerta Maltempo: dispero un uomo in Piemonte

Il maltempo di questa notte ha causato danni anche in Piemonte, in particolare nella provincia di Cuneo. Sono state segnalate frane e smottamenti e nella zona di Limone Piemonte è esondato il Vermegnano. Al momento la località turistica si trova isolata, poiché la statale da Vernante è interdetta al traffico. Esondazioni anche nella zona del Vercellese, dove il Sesia ha raggiunto una piena da record. In queste ore sono partite anche le ricerche di un uomo dato per disperso al confine tra l’Italia e la Francia.

Alluvioni e auto sommerse anche in Liguria, nella zona di Ventimiglia. Sulla regione da ieri è in vigore lo stato d’allerta rossa, ad eccezione della provincia genovese dove l’allerta è arancione. Nella notte è esondato il fiume Roya ed anche il torrente Argentina ha superato gli argini allagando la località di Badalucco. Ciò che preoccupa maggiormente è il persistere delle condizioni atmosferiche avverse anche per la giornata di oggi, come segnalato da Arpal: “Nelle prossime ore data la prevista persistenza delle precipitazioni, le portate dei corsi d’acqua saranno ancora in crescita; successivamente anche nel resto della regione saranno possibili criticità soprattutto nei bacini interessati dalle piene di ieri mattina”.