Sparatoria nel Bronx: padre eroico protegge i figli col proprio corpo

Un padre ha fatto il tutto per tutto per proteggere i suoi figli durante una sparatoria avvenuta fuori da un concessionario d’auto nel Bronx.

A New York un padre si è trovato a dover affrontare una disavventura a dir poco sconvolgente. L’uomo si è trovato davanti ad un vero e proprio crimine e ha dato la priorità alla vita dei suoi figli, proteggendoli con la sua vita.

LEGGI ANCHE -> Morto Alex “Papela” Rizzo, terrificante incidente domestico

LEGGI ANCHE -> Caso Elena Ceste, colpo di scena: “Reperti spariti dal Tribunale di Asti”

Lunedì 21 settembre, poco dopo le 18, Anthony Jefferson è uscito dall’ospedale dove stava lavorando. L’uomo aveva appena scoperto di essere stato licenziato ed è andato a prendere i suoi bambini di 6, 5 e 2 anni. Insieme sono andati ad un concessionario d’auto nel Bronx, dove ha avuto luogo una sparatoria. L’uomo desiderava solo regalare un’auto a sua moglie per il suo compleanno, quando ha sentito il primo sparo e non ci ha pensato due volte: l’eroico padre si è gettato con il suo corpo sopra i suoi figli, facendogli scudo.

LEGGI ANCHE -> Vicepreside ucciso mentre portava a passaggio i cani: la morte è sospetto

Le eroiche gesta di un padre

Anthony Jefferson si è beccato ben tre proiettili nella sparatoria nel Bronx che avrebbero perfettamente potuto uccidere i suoi figli piccoli. Alcune persone hanno distrutto le vetrine della concessionaria e un uomo ha risposto agli spari con un’altra arma. Anthony e i bambini si sono gettati in terra e, quando gli aggressori sono fuggiti, sono stati portati in ospedale. Per i piccoli non è stata riportata alcuna ferita, ma solo tanto spavento. Il padre invece ha riportato due colpi d’arma da fuoco al piede e uno alla coscia destra. Sua moglie Danica ha detto al tabloid TMZ che al momento non è in grado di camminare e che entrambe le aziende dove lavorava suo marito lo hanno licenziato, quando era ancora in ospedale. Anthony lavorava per un’azienda di manutenzione come imbianchino e come operaio in un cantiere a New York e, nel giro di pochi giorni, ha perso due lavori e deve ancora affrontare delle operazioni chirurgiche per rimuovere i proiettili dal suo corpo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!