La forma dell’acqua, chi è il regista Guillermo del Toro: vita e carriera

Il pluripremiato Guillermo del Toro ha fatto molto parlare di sé recentemente, soprattutto con il suo ultimo capolavoro La forma dell’acqua.

 

Appassionato di cinema sin da bambino, il suo nome è stato in bocca alla maggior parte degli esperti. Guillermo del Toro, stravagante, visionario e carico di talento, ha senza dubbio segnato la filmografia mondiale degli ultimi tempi. Il suo ultimo capolavoro La forma dell’acqua, ha estasiato milioni di telespettatori, che aspettano trepidanti un’altro nuovo impeccabile film. Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sull’uomo: vita privata, gossip, e carriera.

Leggi anche->Alberto Tarallo, chi è il noto sceneggiatore e produttore cinematografico

Guillermo del Toro è un regista di fama mondiale. È nato in Messico il 9 Ottobre 1964, sotto il segno della Bilancia. L’uomo ha dunque oggi 56 anni. Si è appassionato al mondo fantasy, ai cartoni animati, ed al cinema sin dalla tenera età. I genitori di Guillermo erano spesso assenti a causa del lavoro, come molti altri bambini in quel periodo, e la sua educazione è passata dunque nelle mani della nonna. La donna ha cresciuto il ragazzo in un ambiente di tipo cattolico integralista che, nel bene e nel male, ha segnato molto la vita di del Toro.

Leggi anche->Cinema in lutto, morto Ron Cobb: fu designer di Star Wars

L’uomo ha studiato presso l’Instituto de Ciencias, situato nella sua città natale, Guadalajara, sin da quando aveva 8 anni. L’istituto, di stampo cattolico integralista, non ha impedito però al giovane Guillermo di mettere in moto la fantasia e di iniziare a ragionare su luoghi lontani che prenderanno vita soltanto anni dopo nei suoi film.

Leggi anche->Mulan, il live-action non andrà al cinema: decisa l’uscita – VIDEO

Guillermo inizia il suo percorso cinematografico lavorando come designer di make-up, nel mondo del disegno, per ben 10 anni. È proprio durante quel periodo che iniziano a prendere vita la maggior parte delle sue idee. Agli inizi degli Anni 80 fonda Necropia, una compagnia di make up design, ma soltanto nel 1993 inizia a farsi conoscere, e lo fa tramite il lungometraggio Cronos, scritto e diretto interamente da lui, che si aggiudica immediatamente la Camera d’Or a Cannes. Nel 1997 realizza Mimic, ma la sua carriera, pronta a spiccare il volo, subisce un pesante arresto dovuto all’esigenza di emigrare negli USA a causa del rapimento del padre in Messico. L’uomo però utilizza gli Stati Uniti come trampolino di lancio, tornando alla carica nel 2001 con La spina del diavolo, un horror che segna l’inizio di tutto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Guillermo del Toro: filmografia

In seguito a La spina del diavolo, Guillelmo del Toro conquista una dopo l’altra tutte le sale cinematografiche mondiali. Tra i titoli di maggior spicco ricordiamo sicuramente Mimic, Hellboy, Blade II, Pacific Rim, e Crimson Peak. Viene addirittura selezionato come uno degli sceneggiatori di Lo Hobbit, ma declina presto l’offerta, dedicandosi ad alt progetti. Il capolavoro più acclamato è senza dubbio il recente La forma dell’acqua, presentato a Venezia nel 2017, che gli garantirà la vittoria del Leone d’oro e del suo primo Golden Globe come miglior regista. Il film ottiene anche ben 13 candidature agli Oscar 2018, sia per il miglior film che per la miglior regia.