Cosa vedere a Giethoorn: il paese più tranquillo del mondo che non ha strade né auto

Ecco cosa vedere a Giethoorn, la cittadina olandese incontaminata da otto secoli dove si vive senza strade né auto.

cosa vedere a Giethoorn
Giethoorn, Olanda

A causa della pandemia causata dall’emergenza coronavirus, i viaggi intercontinentali sono, al momento, off-limits. E quale momento migliore per riscoprire l’Europa?

Nel nostro continente, precisamente in Olanda, esiste un luogo che non ha mai conosciuto smog, inquinamento e contaminazione. Qui non esiste il traffico, non esistono clacson che suonano all’impazzata, e dove il rumore dell’acqua è l’unica cosa che potrebbe infastidire gli abitanti del posto.
Stiamo parlando di Giethoorn, la Venezia verde che sorge all’interno del Parco Naturale De Wieden, lontano dalle mascherine e dal distanziamento sociale.

Giethoorn: il paesino più tranquillo del mondo sorge nel cuore dell’Olanda

La cittadina di Giethoorn comprende una vasta distesa di prato incontaminato ed è abitata da sole 2600 persone.
Questo piccolo capolavoro nella provincia dell’Overijssel, è stato fondato nel XIII secolo dalla setta religiosa protestante dei Flagellanti che fuggivano dalle persecuzioni religiose.

Giethoorn non ha strade né auto, ma solo canali e piccole imbarcazioni – simili a gondole e manovrabili solo con l’aiuto di un lungo bastone di legno – con le quali muoversi per il paesino. Per cui gli abitanti della zona hanno poca scelta: o si muovono a piedi o in bici, o usufruiscono di una di queste particolari barchette.

Il villaggio inoltre è formato da abitazioni molto caratteristiche e uniche nel loro genere, le quali costituiscono la principale particolarità del luogo. Ognuna di queste casette ha un tetto di paglia ed osservarle è come fare un tuffo nel passato.
Per tutte queste ragioni, Giethoorn è un’ottima meta turistica per chiunque abbia voglia di passare un week-end all’insegna del relax lontano dal caos delle metropoli.

Cosa vedere a Giethoorn

cosa vedere a Giethoorn

Il centro storico di Giethoorn, presso il quale si trovano gli unici tre musei del villaggio, offre un vero e proprio tuffo nel passato. Il museo storico, dove sono esposti i documenti che raccontano la storia del posto, il museo geologico – dove invece sono custoditi numerosi cristalli e minerali – e per finire il museo dell’automobile, dove sono esposti carri, biciclette ed altri tipi di mezzi di trasporto mai esposti prima in un museo dedicato alle automobili.

Un’altra delle principali attrazioni di Giethoorn sono i suoi numerosi ponti, i quali sono in totale 150, un numero insolitamente alto per un villaggio di così piccole dimensioni.

Come arrivarci

La cittadina anti-smog è ubicata a sole 2 ore da Amsterdam ed arrivarci è molto semplice. Dalla stazione centrale di Amsterdam bisogna prendere il treno verso Steenwijk. Una volta giunti a destinazione, bisogna prendere l’autobus 70 che vi porterà fino a Dominee Hylkemaweg.

Giethoorn è magica in qualunque periodo dell’anno, ma visitarla durante il mese di agosto potrebbe essere una buona occasione per assistere al Gondelvaart Festival.
Suddetto Festival è una competizione tra gondolieri, i quali, per l’occasione, abbelliscono le proprie gondole con strisce colorate e lanterne.
Giethoorn è ormai famosa in tutto il mondo, essendo essa la cittadina più tranquilla d’Europa seppur localizzata a poche ore dalla capitale olandese.

 

 

 

Di: Lucia Schettino