Coronavirus oggi | Galli | ‘Prossime due settimane decisive | Sud a rischio’

Massimo Galli Coronavirus oggi, l’infettivologo predica attenzione e responsabilità. “Ad ottobre inoltrato sapremo in che direzione andremo”.

Coronavirus oggi Galli
Massimo Galli allerta Coronavirus oggi FOTO Getty Images

Relativamente alla situazione Coronavirus oggi si è espresso l’infettivologo Massimo Galli. Docente universitario e direttore responsabile del reparto di malattie infettive dell’ospedale ‘Sacco’ di Milano, l’eminente figura medica parla a ‘Buongiorno’ su SkyTg24. Ed il suo quadro non è affatto dei più rosei, nonostante la curva dei contagi in Italia risulti essere migliore rispetto a diversi altri Paesi d’Europa e del mondo.

LEGGI ANCHE –> Vaccino Coronavirus | Galli coautore della scoperta di ‘super anticorpi’

“Il momento è comunque delicato e non ammette rilassamenti. Saranno decisive le prossime due o tre settimane in quelli che sono i procedimenti di individuazione, osservazione e contenimento dei focolai”. Per Galli l’estate ha cambiato di molto la situazione. Se da una parte il caldo sembra avere rallentato i contagi, il virus è comunque riuscito a fare breccia in regioni che durante il lockdown della primavera 2020 erano risultate a basso indice di circolazione del Covid. Come la Sardegna e la Campania, dove gli spostamenti eccessivi e senza prendere le dovute precauzioni hanno evidentemente influito in negativo. Proprio lì bisognerà ora prestare massima attenzione nel quadro complessivo del Coronavirus oggi. “Non c’è solo la Campania”, dice Galli, che fa riferimento anche a Lazio e Sicilia, che pure hanno visto un aumento del numero di infetti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Stato di emergenza proroga | cosa comporta per i cittadini

Coronavirus oggi, Galli: “Sud a rischio, serve sempre attenzione”

Anche in Lombardia e Piemonte i contagi fanno si che queste due regioni continuino a restare nelle parti alte della classifica che riporta il computo totale di nuovi casi giornalieri. In questo caso però entrambe erano risultate già tra le più colpite nel corso della scorsa primavera. L’intervento di Galli si conclude con un aspetto che può comunque far propendere per un cauto ottimismo. “Stiamo comunque meglio della Spagna e della Francia, anche se non è affatto impossibile che potremmo avere dei problemi”. L’unico modo per evitare qualunque complicazione è come sempre prestare massima attenzione. E cioè indossare la mascherina sia al chiuso che all’aperto ogni qual volta si esce di casa e rispettare le distanze fisiche tra le persone.

LEGGI ANCHE —> Studentessa positiva | torna dall’estero e viola la quarantena