Sparatoria USA | scontro polizia rapinatore causa la morte degli ostaggi

Alcuni ostaggi restano uccisi in una sparatoria USA avvenuta tra gli agenti di polizia ed un rapinatore che si era asserragliato con delle persone.

Sparatoria USA Oregon morti
Morti alcuni ostaggi in sparatoria USA nella giornata di lunedì 29 settembre 2020 Foto dal web

News sparatoria USA. Negli Stati Uniti è avvenuto un nuovo, orrendo fatto di cronaca legato alla libera diffusione delle armi. Nell’Oregon diverse persone hanno perso la vita in seguito ad una sparatoria. Si tratta di ostaggi tutti tenuti in trappola da un folle.

LEGGI ANCHE –> Omicidio De Santis | il giovane omicida confessa | il gesto eclatante

La polizia era accorsa per cercare di risolvere la situazione, ma il clima è presto degenerato. Non è risultato possibile instaurare alcuna trattativa con l’omicida. La sparatoria ha fatto si che morissero uccisi svariati innocente. Teatro della tragedia è la città di Salem. Al momento non risultano dettagli precisi su quanto accaduto, si sa però che tra le vittime risulta esserci anche l’uomo che ha preso le vittime in ostaggio. Tutto è accaduto nel corso di una rapina finita male, lunedì 28 settembre 2020. Presto le forze dell’ordine della locale Contea di Salem hanno ricevuto una chiamata per un intervento urgente. Sul posto è arrivato anche un esperto in negoziazioni per situazioni del genere.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Antonio De Marco, chi è lo studente arrestato per l’omicidio dei fidanzati di Lecce

Sparatoria USA, il comunicato rilasciato dalla polizia

C’è stato un tentativo di mettersi in contatto con il rapinatore, ma poi sono esplosi i colpo. La polizia ha confermato tutto quanto successo in uno scarno comunicato. Ma non ha precisato da chi sono partiti i proiettili. E questo lascia adito a dubbi sul corretto operato da parte degli agenti. C’è una inchiesta che sta andando avanti, nessun poliziotto risulta ferito e chiunque tra i rappresentanti della legge che hanno fatto ricorso alle armi verrà posto in congedo amministrativo. Dopo i fatti avvenuti nei mesi scorsi che coinvolgono la polizia nelle drammatiche vicende relativi alle morti di George Floyd e di altri esponenti della comunità afroamericana negli Stati Uniti, adesso sollevare polemiche attorno all’operato delle forze dell’ordine risulta molto facile.

LEGGI ANCHE –> Cuneo, trovata morta la 26enne dispersa sulle montagne di Limone