Ciccio Graziani, chi è il figlio Gabriele Graziani: età, foto, carriera

Gabriele Graziani ha seguito con successo le orme del padre nel calcio. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Gabriele Fabiano Graziani, figlio d’arte, è un brillante allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante, nonché primatista assoluto di gol del Mantova. Conosciamolo più da vicino.

Leggi anche –> Chi è Ciccio Graziani: età, carriera e vita privata dell’ex calciatore e allenatore

Leggi anche –> Ciccio Graziani, l’annuncio dopo il ricovero: “Mi ha salvato un angelo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

L’identikit di Gabriele Graziani

Gabriele Fabiano Graziani è nato a Torino il 10 aprile 1975, figlio del campione del mondo 1982 Francesco Graziani, ed è cresciuto sportivamente nella squadra della sua città. Entrato nel giro della prima squadra fin dalla stagione 1993-1994, nel novembre 1994 è stato ceduto al Nola, in C1, debuttando nel calcio professionistico e mettendo a segno il suo primo goal in 16 presenze totali. Nell’estate 1995 viene ingaggiato dall’Hertha Berlino, per cui segna 4 reti nelle sole 7 partite disputate.

Al ritorno in Italia Gabriele Graziani riparte dalla Serie C2, nell’Arezzo, disputando 17 gare con 4 reti fino a gennaio del 1997, quando viene ceduto in prestito alla Pistoiese, in C1. Seguono altri ingaggi per il Siena, ancora l’Arezzo, il Mestre. Quindi indossa la maglia della Maceratese nei primi mesi dell’annata 1999-2000, e quella del Mantova, con cui da febbraio a giugno 2000 segna 5 reti in 10 partite, e l’annata successiva supera, per la prima volta nella sua carriera, la quota di 10 reti in un solo campionato, mettendo a segno 11 centri in 31 gare disputate. Nella stagione 2001-2002 riporta 9 segnature in 30 partite, l’anno seguente 16 reti in 30 partite, e nel 2003-2004 supera il record favorendo la promozione della squadra in C1. Ottime performance anche nella stagione 2005-2006, quella in cui i mantovani sfiorano la promozione in Serie A e Graziani debutta (con gol) in Serie B.

Nell’estate del 2007, dopo sette stagioni col Mantova, Graziani passa alla Cremonese, e nell’estate del 2009 al Bassano, quindi, il 29 gennaio 2010, alla Sambonifacese. Nell’estate seguente torna al Mantova, contribuendo alla vittoria del campionato di Serie D. Nella stagione 2012-2013, infine, milita nella squadra mantovana della Castellana, in Serie D. Nell’estate 2013 decide di abbandonare l’agonismo per intraprendere la carriera da dirigente, ma nell’aprile 2015 accetta la proposta della squadra amatoriale Ival, appartenente al campionato CSI della sezione di Mantova, partecipando alla sola fase finale del torneo. In Serie B Graziani vanta in totale 53 presenze e 10 gol (tutte col Mantova), più 7 presenze e 4 gol nella Serie B tedesca.

Dal 2013 Graziani è il responsabile del settore giovanile del Mantova. Il 27 ottobre 2015 è diventato il vice allenatore di Ivan Javorčić e il 30 novembre 2016 succede sulla panchina del Mantova. Il 18 settembre 2017 è stato ingaggiato dalla Correggese, società emiliana militante nel girone D della Serie D, e, dopo una breve parentesi come osservatore per il Genoa Calcio, il 9 novembre 2018 si accorda fino a fine stagione con la Governolese nel campionato di Eccellenza Lombardo, e viene poi confermato anche per la stagione 2019 2020. Nel giugno 2020 la società comunica che il contratto del tecnico non verrà rinnovato. Il 26 agosto scorso è tornato al Mantova Calcio in qualità di allenatore degli Allievi e Osservatore/Collaboratore tecnico per la prima squadra.

EDS