Viviana Parisi, sul traliccio la scoperta che potrebbe dare la svolta al caso

Viviana Parisi, sul traliccio dove è morta la donna la scoperta che potrebbe dare la svolta al caso: ecco cosa ha spiegato l’avvocato Pietro Venuti.

Sono passati quasi due mesi, ma la morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele resta avvolta nel mistero. Fino ad oggi la teoria principale sulla quale si basavano le indagini era quella dell’omicidio-suicidio, ma una nuova scoperta ha messo la situazione sotto sopra: sul traliccio ai piedi del quale è stato ritrovato il cadavere della donna, lo scorso 8 agosto, sono state rilevate delle impronte. Pietro Venuti, legale di Daniele Mondello (padre di Gioele e compagno di Viviana) ha spiegato che non è ancora stato accertato se le impronte siano della donna o no.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Viviana Parisi, la famiglia: “Impossibile risalire alla causa della morte di Gioele”

Viviana Parisi, possibile svolta nel caso sulla morte della donna

Viviana Parisi

L’avvocato Pietro Venuti ha spiegato come sono state trovate le impronte: “Il tipo di esami effettuati oggi, di tipo irripetibile, attraverso una tecnica chiamata “di fumo azione”, ha permesso di trovare queste tracce, che nello scorso esame (con il luminol che cercava tracce ematiche) non erano state evidenziate”. La scoperta è fondamentale, perché potrebbe dimostrare la verità sulla morte di Viviana Parisi: la 43enne si è davvero suicidata, o no? Solo dopo le analisi si potrà capire se le impronte appartengono a Viviana.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Viviana Parisi