Federico Tozzi, chi era il libraio morto a causa di una terribile malattia

Federico Tozzi, libraio e amante della letteratura, è morto nelle scorse ore dopo aver combattuto a lungo contro una terribile malattia.

Quando una persona è animata da una passione così trasbordante, come quella che trasmetteva Federico Tozzi, è impossibile che le persone che l’hanno conosciuta non abbiano un ricordo positivo o ne vengano influenzate. Il libraio ed editore saluzzese aveva trasmesso a chiunque avesse incontrato il suo amore per i libri, riuscendo a far appassionare quegli appartenenti ad una generazione che ha dimenticato il piacere della lettura.

Leggi anche ->Morto Alex “Papela” Rizzo, terrificante incidente domestico

Chi lo conosceva sa che negli ultimi anni Federico aveva lottato a lungo contro una malattia. Ciò nonostante non si era abbattuto ed aveva continuato il suo lavoro, cercando sempre di migliorarlo di inserire nuove idee in un business che era anche una passione, che era anche la sua vita. Oggi purtroppo l’uomo è deceduto e probabilmente la frase della sua amica sulla bacheca Facebook è quella che più coglie il “lato positivo”, di questa morte prematura: “Ora potrai conoscere tutti gli scrittori che amavi”.

Leggi anche ->Morto Luca Silvestrini: chi era il 28enne chef di Fabriano

Federico Tozzi, chi era il libraio morto a 45 anni per una malattia

Federico si è spento a 45 anni. Era una persona comune, ma solo nel senso che non era famoso, poiché di comune aveva ben poco. In questi anni era riuscito a realizzare il suo piccolo sogno, quello di aprire una libreria ed una sua casa editrice. Tozzi amava chiamare tutte le sue collane con nomi di donne, questo perché a suo avviso proprio le donne sono state le protagoniste dell’ultimo secolo e voleva omaggiarle. Ha preso parte a numerose fiere del libro a Torino e chiunque parlasse con lui di letteratura ne rimaneva affascinato. Sempre pieno di nuove idee, Federico riusciva sempre a consigliare i clienti sul giusto genere sul quale indirizzarsi.