Morto Luca Silvestrini: chi era il 28enne chef di Fabriano

Luca Silvestrini è morto dopo essere stato in coma in seguito ad un tragico incidente: scopriamo chi era il giovane chef.

Il 19 settembre scorso Luca Silvestrini si trovava a bordo di un camper insieme ad un amico. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti, il mezzo si è scontrato con un’auto e si è ribaltato catapultandoli fuori dall’abitacolo. Luca è stato quello che ha avuto la peggio, poiché il suo corpo è rimasto schiacciato sotto allo stesso camper. Trasportato d’urgenza in ospedale, il giovane era in coma con il rischio concreto che avesse danni cerebrali permanenti.

Leggi anche->Incidente stradale | una vittima in scontro tra scooter e furgone

I medici dell’ospedale regionale di Torrette hanno fatto il possibile per salvargli la vita, ma nelle scorse ore si sono visti costretti a dichiararne la morte cerebrale. A cinque giorni di distanza dal terrificante incidente, dunque, Luca è deceduto. Adesso il suo corpo è stato trasportato all’ospedale Profili di Fabriano, dove si procederà all’espianto degli organi che verranno dati in donazione.

Leggi anche->Alex Cucchi muore in un incidente, la famiglia lo seppellirà accanto al gemello

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Luca Silvestrini, chi era il giovane chef morto nell’incidente

La notizia della tragica morte di Luca Silvestini ha colpito tutta la comunità. Il ragazzo aveva solamente 28 anni ed aveva attraversato tante avversità già da adolescente. Dopo aver subito gravi lutti familiari, il ragazzo ha deciso di impegnarsi a fondo per realizzare il suo sogno di lavorare come cuoco. Il suo talento in cucina è balzato subito agli occhi di tutti e non è stata una sorpresa quando il giovane ha fatto ritorno in Italia come chef. Nella sua breve ma intensa carriera, Luca ha lavorato in numerosi ristoranti, molti dei quali all’estero. Il suo sogno, a 28 anni, si era già realizzato e gli rimaneva ancora tutta una vita per scalare il vertice della professione.