Serena Grandi, arrivata la condanna: due anni di carcere

Dura sentenza con la successiva condanna all’attrice Serena Grandi: due anni e due mesi di carcere per lei

(screenshot video)

Arriva la condanna per Serena Grandi. Come svelato dal quotidiano “Il Resto del Carlino“, il tribunale di Rimini le ha inflitto due anni e due mesi reclusione per il crac della società ‘Donna serena srl’, con il quale era gestito il ristorante ‘La locanda di Miranda’ a Borgo San Giuliano (Rn). Inoltre, l’attrice era stata accusata anche di non aver conservato le scritture contabili. In aggiunta, è stata accusata di aver distratto parte dei beni strumentali che erano stati usati all’interno dello stesso ristorante. Il tribunale le ha attribuito le pene accessorie. Quindi per tre anni ha l’inabilitazione all’esercizio di un’impresa commerciale e di esercitare uffici direttivi per qualsiasi azienda. Una bella batosta per l’attrice italiana, che dovrà così ripartire e risolvere nel migliore dei modi tutta la vicenda che è diventata abbastanza pesante.

Leggi anche –> Critica Giulia De Lellis: “Non è mica la Kardashian”

Leggi anche –> Coronavirus, la paura di Serena Grandi: “Ho baciato Piero Chiambretti e…”

Serena Grandi, inchiesta partita sei anni fa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Circa sei anni fa era partita l’inchiesta dopo che il personale aveva svelato che la proprietà non pagava gli stipendi. Così, prima il locale chiuse, poi ‘Donna serena srl’ dichiarò fallimento. In quegli anni la stessa attrice era protagonista a La Grande Bellezza, film diretto da Paolo Sorrentino. Soltanto un anno prima era stato aperto il ristorante.

 

Serena Grandi