Coronavirus oggi | studio rivela | ‘Può attaccare subito il cervello’

Il Coronavirus oggi è una malattia che sappiamo come agisce. Ma alcuni scienziati hanno scoperto come possa aggredire subito il cervello.

Coronavirus oggi test
Analisi Coronavirus oggi Foto dal web

Il Coronavirus oggi è una malattia sulla quale l’uomo ha appreso molte informazioni nel corso degli ultimi mesi. Conosciamo meglio il virus del Covid-19 da quando lo stesso ha messo sotto scacco il mondo intero. Alcuni ricercatori hanno ribadito che il virus in questione riesce a legarsi ad un particolare recettore, chiamato ACE2, per attecchire alle cellule e replicarsi nell’organismo.

LEGGI ANCHE –> Matrimonio Covid | scoppia focolaio enorme con 500 coinvolti

Ma un nuovo studio ha messo in risalto quella che è una nuova via di accesso sfruttata dal Coronavirus oggi, e che può agire su di una specifica proteina presente sulla superficie cellulare. Si tratta della neuropilina-1 (NRP1) attaccata anche da altri virus in diverse altre situazioni. La scoperta l’ha compiuta una equipe dell’Università di Helsinki, in Finlandia, che include anche l’italiano Giuseppe Balistreri. Esiste comunque un anticorpo in grado di spezzare questo processo. Tutte le osservazioni del caso sono state però condotte in quattro Paesi europei.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Molestie ad una ragazza | maniaco usa modulo Covid di lei per rintracciarla

Coronavirus oggi, tra i sintomi ci sono anche disturbi neurologici

Oltre alla Finlandia sono coinvolti anche Inghilterra, Germania ed Australia. La scoperta importante consiste nella presenza di una sequenza di amminoacidi inattesa e tipica anche di altri virus molto pericolosi come HIV, Ebola, Zika ed altro. Anche MERS, che è una variante del Coronavoris e che oggi per fortuna non si è diffuso. La neuropilina può far si che la malattia attacchi direttamente il cervello, come si è potuto osservare direttamente nei topi in laboratorio. Ci sono volute solo due ore perché questo accadesse. Ed in alcuni pazienti affetti da Covid, tra i sintomi sono spuntati anche dei disturbi di tipo neurologico. Cosa che sembra essere una conferma di tutto quanto riscontrato.

LEGGI ANCHE –> McDonald’s: impiegati positivi al Covid-19, i ristoranti rimangono aperti