Fa una passeggiata al lago e trova cervello avvolto in carta stagnola

Nel corso di una tranquilla camminata sulle sponde del lago, un uomo rinviene un cervello umano chiuso nella carta stagnola.

cervello lago Michigan
Uomo trova un cervello avvolto nella carta stagnola durante una passeggiata Foto dal web

È terrificante la scoperta compiuta da un uomo che, nel corso di una tranquilla passeggiata in riva al lago, ha trovato un cervello avvolto nella carta stagnola.

LEGGI ANCHE –> Papà 33enne suicida: gli strazianti sms prima del gesto estremo

L’organo era avvolto nell’alluminio e sembra che lo abbiano portato in quel punto le onde, a Racine, nel Wisconsin, sulla spiaggia del Michigan-Huron, un lago di dimensioni enormi che bagna sia gli Stati Uniti che il Canada. A compiere questo tremendo rinvenimento è il 47enne Jimmy Senda, che si era messo a setacciare l’area alla ricerca di pezzi di vetro che solitamente l’uomo utilizza per creare delle sculture. Il cervello era rivestito dalla carta stagnola tenuta chiusa da un elastico. Senda ha provato ribrezzo e stupore per questa circostanza. Inizialmente il contenuto non era visibile, quindi ha preso l’oggetto e lo ha aperto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Contaminazione batteriologica | altro guaio dalla Cina | migliaia infetti

Cervello, richiuso nella carta stagnola, trovata sulle sponde di un lago durante una camminata

Sulle prime ha scambiato il cervello umano ivi contenuto per un petto di pollo o comunque per un alimento, data anche la natura dell’involucro. Ma dopo qualche minuto ha realizzato tutto. E subito poi il 47enne ha avvisato le forze dell’ordine. Un successivo setaccio con apposite analisi mediche e scientifiche ha però stabilito che quel cervello non è umano, anche se non si è riusciti a stabilire a quale animale appartenga.

LEGGI ANCHE –> Bambina morta | svenuta tre volte | ‘È solo gelosa del fratellino’