Maria Paola | il fidanzato | ‘Avrei voluto morire al posto suo’ | FOTO

0
9

La povera Maria Paola uccisa a Caivano in un incidente scatenato dal fratello che non approvava la sua relazione con un trans. Quest’ultimo si dispera.

Maria Paola Caivano
Morta in un incidente la povera Maria Paola a Caivano Foto dal web

È tremenda la morte di Maria Paola Gaglione, uccisa per un gesto sconsiderato di suo fratello a Caivano, in provincia di Napoli. La 18enne è stata speronata mentre si trovava su un motorino assieme al fidanzato, Ciro, nato in realtà femmina ma che poi aveva attuato un cambiamento fisico correlato a quella che sentiva essere la sua vera persona.

LEGGI ANCHE –> Violenza su una bimba di 3 anni, arrestato 24enne di Nola

Questa cosa non era accettata dal fratello di Maria Paola, un uomo di 30 anni. E la morte che lui ha causato alla sorella è stata terribile. La giovane è deceduta con il collo trafitto da un tubo di scolo posto ai bordi della strada. Tutto questo perché quell’uomo non approvava il loro amore. Amore che deve fare sentire bene le persone coinvolte, senza alcun pregiudizio o condizionamento da parte degli altri. La vicenda è avvenuta due giorni fa, non lontano dal Parco Verde, che fece da teatro di una orribile storia di pedofilia in famiglia e che rappresenta una zona alquanto degradata, nonostante la presenza anche di persone che intendono condurre una vita onesta e normale.

LEGGI ANCHE –> Don Patriciello, durissimo j’accuse: “Lo Stato ci ha abbandonato”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maria Paola, il fidanzato: “Vorrei essere morto io al suo posto”

Per quanto riguarda il fidanzato di Maria Paola, se l’è cavata soltanto con una ferita ad un braccio. Attualmente risulta ricoverato in una clinica di Acerra. In una intervista concessa al Corriere della Sera, Ciro dice di non essersi mai sentito femmina e che l’amore della sua vita che non c’è più l’ha sempre visto come un uomo. “La gente ci ha sempre ostacolati, dicevano che io l’avevo infettata. Ma non ce lo dicevano mai in faccia”. I due stavano insieme da tre anni. “Da quando avevo 15 anni mi sentivo un maschio. E vorrei essere morto io al posto di Maria. Lei era la donna della mia vita. Stare insieme da 3 anni non è come farlo per 3 mesi”.

LEGGI ANCHE –> Padova, la piccola Safiya investita ed uccisa ad un anno dal nonno