Giovane mamma travolta dalle critiche: “Porto mia figlia di 6 mesi da Mc Donald’s”

0
5

Una giovane mamma è stata travolta da numerose critiche dopo aver confessato di portare la figlia di 6 mesi al fast food.

Sin dall’inizio degli anni 2000 la consapevolezza sulla dannosità del cibo dei fast food è emersa attraverso ricerche e documentari. Una dieta composta esclusivamente da hamburger, patatine e bevande zuccherate, infatti, può comportare grossi problemi di salute e nei casi più gravi anche il decesso. Proprio in base a tali problematiche, i genitori tendono ad evitare di portare i figli nelle catene di fast food quando sono molto piccoli, preferendo una dieta più equilibrata e salutare di quella che una catena di ristoranti come Mc Donald’s e Burger King possono offrire.

Leggi anche ->Tragico incidente durante un’uscita da McDonald’s: muore mamma 21enne

L’idea che una madre possa portare il figlio appena nato a mangiare in un fast food è dunque vista come un errore imperdonabile. Se n’è resa conto la giovane mamma 18enne Jamie-Leigh Gibson, di Antrim (Irlanda del Nord), quando su un forum ha confessato di aver portato la figlia in un fast food quando aveva sei mesi. Al suo commento hanno risposto con rabbia e parole di condanna delle madri più grandi di lei, le quali l’hanno accusata di negligenza e le hanno detto che stava pregiudicando la salute della figlia.

Leggi anche ->Mascherina dentro al nugget del McDonald’s: bimba rischia di soffocare

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mamma porta la figlia al fast food e finisce nella bufera: “Non ci vedo nulla di male”

In seguito alle critiche ricevute, la giovane mamma ha risposto spiegando che non vede dove sia il problema. In primo luogo perché non porta la figlia ogni giorno al fast food e la nutre con una dieta equilibrata e ricca di nutrienti, in secondo luogo perché la piccola ama hamburger e patatine. Sulle polemiche che ha scatenato il suo commento, Jamie si è detta tranquilla: “Nessuno in famiglia mi ha detto qualcosa di rude o cattivo, ma nella sezione commenti di KFC un sacco di donne più adulte sono rimaste impressionate dal fatto che molte di noi hanno portato i figli al fast food prima che crescessero. Non mi toccano perché non le conosco”.

Jamie spiega inoltre al ‘Mirror‘ che non è preoccupata per la salute della figlia, oggi di un anno e mezzo, perché sa che sta fisicamente bene: “Io ed il dottore di mia figlia sappiamo che è in salute e felice; se una bambina è felice e non mostra problemi di salute, non penso che persone che non conosci dovrebbero criticarsi per il cibo che le dai”.