Plasma iperimmune, non funziona più: “Stesso tasso di mortalità tra malati”

0
9

Il plasma iperimmune usato per trattare i pazienti malati di Covid, non funziona più. Lo rivela uno studio che vede innalzarsi il livello di mortalità. 

E’ stato realizzato uno dei più grandi studi dall’inizio della pandemia per il Coronavirus, da parte dell’Indian Council of Medical Research (ICMR), che ha valutato la somministrazione del plasma dei guariti sui pazienti affetti da Sars-Cov2. I dati che emergono non sono incoraggianti.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, l’infettivologo Bassetti: “Rischio blocco, diminuiamo la quarantena”

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, in Veneto comincia la sperimentazione del vaccino italiano

Il plasma iperimmune non riduce la mortalità per Covid e non ha effetti rilevanti sul decorso della malattia. La mortalità tra i partecipanti analizzati è stata del 13,6% per coloro che hanno usufruito del plasma e del 14,6% per chi non l’ha usato. La malattia è progredita in maniera grave nel 7,2% dei pazienti con plasma e nel 7,4% per i senza plasma. Lo studio, chiamato Placid, è il più grande studio di controllo completato al mondo e ha coinvolto 464 partecipanti di 39 ospedali, in 14 Stati in India. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi: uno di 235 partecipanti che ha ricevuto due dosi di plasma a un intervallo di 24 ore e un altro con 229 partecipanti che ha ricevuto il “miglior standard di cura” (BSC) senza plasma. Tutti i partecipanti si trovavano ricoverati in ospedale con malattia definita “moderata“.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, l’allarme degli psichiatri: “In Italia da marzo 71 suicidi”

L’avviso dell’immunologa Viola

La mortalità tra i partecipanti all’intervento è stata rispettivamente del 13,6% con plasma e del 14,6% per i senza plasma e la malattia è progredita in entrambi i casi. Su questo tema è intervenuta l’immunologa Antonella Viola, professoressa ordinaria di Patologia Generale presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova e direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pedriatrica (IRP, Roma): “Non mi odiate, non è colpa mia, ma oggi ho un’altra cattiva notizia. È stato completato uno studio clinico sull’efficacia della terapia col plasma iperimmune nel Covid19. E non funziona. Lo studio è ancora in pre-print quindi nei prossimi giorni lo analizzeremo con calma“, ha detto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!