Banksy è in realtà Neil di Art Attack? La “teoria” impazza sui social

0
3

Si rincorrono sempre più insistenti le voci secondo cui dietro al misterioso street artist e attivista politico Banksy c’è Neil Buchanan. 

L’idea ha iniziato a circolare sui social una settimana fa, quando un utente Twitter ha suggerito che dietro le celebri opere di Banksy, prime fra tutte “Balloon Girl” e “Love is in bin”, si celasse niente meno che Neil Buchanan, 58enne ex conduttore di Art Attack. E in poco tempo è diventata un tormentone. Ma si tratterebbe di un’ennesima “bufala” sulla vera identità del misterioso street artist nonché attivista politico.

Leggi anche –> Biennale di Venezia, Banksy ‘invade’ la Laguna e i vigili lo cacciano – VIDEO

Leggi anche –> Regno Unito: spunta una nuova opera di Banksy a Kingston Upon Hull

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alla ricerca del “vero” Banksy

Neil Buchanan, ex conduttore di Art Attack, celebre trasmissione per bambini sull’arte andata in onda sulla tv inglese tra il 1990 e il 2007, ha già pubblicato una smentita ufficiale. “Siamo stati sommersi da richieste durante il fine settimana sull’attuale storia che circola sui social”, si legge sulla sua pagina web. “Sfortunatamente questo sito web non ha le potenzialità per rispondere una ad una a tutte queste richieste, tuttavia possiamo confermare che non c’è alcuna verità nelle voci che circolano online”.

Il web si è convinto del contrario perché Buchanan, come Banksy, è un musicista: le opere d’arte in questione sarebbero state create durante i concerti della sua band heavy, Marsiglia. Non solo: qualche cultore del programma Art Attack ha ricordato che in diverse puntate Buchanan aveva realizzato grandi opere all’aperto utilizzando tecnologie multimediali e copiando anche celebri predecessori. Tant’è. Finora l’identità segreta di Banksy è sempre stata associata a Robert Del Naja, frontman dei Massive Attack. La ricerca continua…

EDS