Partner violento le punta il coltello alla gola: “Sono stati anni di torture”

0
2

Una vittima di abusi da parte del partner violento si è lasciata andare, raccontando a ruota libera la sua terrificante esperienza.

Il racconto della giovane donna fa accapponare la pelle. Stando alle sue dichiarazioni, il partner violento le ha completamente stravolto la vita, costellandola di abusi, soprattutto di tipo psicologico. L’uomo è addirittura arrivato al punto di puntarle un coltello alla gola, facendole temere che per lei fosse davvero arrivata la fine.

Leggi anche->Abusi familiari | parla delle violenze in un tema | arrestato uno zio

La donna è stata, per ben cinque lunghissimi anni, oggetto di continui tormenti e torture da parte dell’ex-partner. Quest’ultimo ha allontanato completamente la vittima dalla sua famiglia e dai suoi amici, l’ha derubata, e l’ha in seguito gettata in preda alla paura per la propria incolumità e quella del figlio. “Ero bloccata in una voragine, e mi sentivo esausta. Non sapevo più chi fossi, ho perso ogni fiducia“.

Leggi anche->Abusi su minore | adesca 11enne in cambio di videogiochi

La donna, che ha preferito mantenere il proprio anonimato, ha raccontato che il suo ex l’ha sottoposta a cinque lunghi anni di sofferenze, arrivando persino a puntarle un coltello alla gola. Secondo quanto riportato dall’Hull Daily Mail, l’uomo l’ha derubata, e le ha impedito di frequentare gli amici. Era talmente autoritario e possessivo da averle addirittura vietato di fare il bagno da sola. “Temevo soprattutto per mio figlio, ma il mio ex mi seguiva ovunque, persino nella vasca da bagno, ed ho trovato davvero difficile trovare un modo per scappare”.

Leggi anche->Taranto, marito violento: ubriaco rompe la testa alla moglie

“L’abuso costante è diventato talmente grave da farmi pensare che l’unica via d’uscita sarebbe stata la morte“, ha raccontato la donna. “Sono stati anni di torture, ed ho avuto il coraggio di andarmene soltanto quando è arrivato a puntarmi un coltello alla gola, dal momento in cui pensavo che avrebbe finito per uccidermi”. La donna è andata poi avanti con il racconto. “È iniziato tutto a circa tre o quattro mesi di relazione, lui ha iniziato ad allontanarmi dalla mia famiglia e dai miei amici, e ha iniziato a decretare dove potessi andare e con chi potessi parlare”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Donna vittima di abusi da parte del compagno violento: “Si può sopravvivere”

Una donna, vittima di violenze fisiche e psicologiche da parte dell’ex compagno, si è lasciata andare, raccontando a tutti la sua esperienza. “Mi sentivo intrappolata e soffocata, ma nel momento in cui mi ha puntato il coltello contro, ho capito che dovevo andarmene per far sì che mio figlio non perdesse la madre”. La giovane è riuscita a mettere fine alle sue sofferenze grazie al grande aiuto di un’associazione. “Me ne sono andata con il sostegno del Centro Donne di Preston Road, ed è la cosa migliore che io abbia mai fatto”. Poi ha concluso il suo discorso con un bellissimo messaggio di speranza, rivolto a tutte le altre donne nella medesima situazione: “Vorrei solo che la gente sapesse che si può sopravvivere agli abusi domestici, proprio come ho fatto io, e che l’aiuto è là fuori“.