Viviana Parisi, il fratello: “Basta fango, mia sorella era credente non pazza”

0
10

In un’intervista il fratello di Viviana Parisi, Roberto, smentisce le voci secondo cui la sorella stesse vivendo in uno stato di psicosi.

In questi ultimi giorni, specie sui giornali, ha preso corpo l’ipotesi che Viviana Parisi possa aver commesso un omicidio-suicidio. Tale visione della tragedia di Caronia è dovuta ai documenti riguardanti i ricoveri trovati nell’auto della donna. Inoltre è stato chiarito anche dai familiari che la giovane mamma aveva vissuto un periodo di forte stress a causa del covid e che negli ultimi mesi stava cercando sé stessa ed una nuova serenità.

Leggi anche ->Viviana Parisi, la chiave del mistero è tutta nei certificati medici

Questa ipotesi è stata osteggiata sin dal primo momento dai familiari, nessuno di quelli che conosceva e amava Viviana crede che la donna possa aver ucciso il figlio. Lo ha ribadito con una certa durezza anche il fratello Roberto, in un’intervista concessa di recente al settimanale ‘Giallo‘: “Vorrei chiedere a Papa Francesco se chi si affida a Dio in un momento di difficoltà, come ha fatto mia sorella, sia un pazzo. Perché è questo quello che si sta dicendo, cioé che Viviana era pazza”. Quindi l’uomo aggiunge: “Mia sorella si è semplicemente affidata a Dio in un momento difficile, come fanno tutti i credenti”.

Leggi anche ->Viviana Parisi, gli ultimi disperati messaggi inviati al padre: “Ho paura”

Viviana Parisi, il fratello tuona: “Basta fango, mia sorella non ha ucciso Gioele”

Nell’intervista concessa al settimanale, Roberto Parisi (35 anni), parla della sorella, spiega come siano cresciuti in simbiosi e come Viviana tendesse sempre a coccolarlo: “A 19 anni ha debuttato nei locali. Mi portava sempre con lei, così ho fatto amicizia con persone più grandi di me. Era una persona altruista e generosa: ricordo che il suo primo stipendio l’ha utilizzato per comprarmi la Playstation“. L’uomo parla poi della storia d’amore con Daniele: “E’ stato un colpo di fulmine. Nel giro di due anni si sono sposati”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dopo aver spiegato che Viviana ha deciso di abbandonare il mondo delle serate quando è rimasta incinta di Gioele, precisa che quella decisione non le pesava ed anzi era molto contenta della sua vita. Infine sulla possibilità che stesse andando alla Piramide della luce (monumento artistico e non religioso in ogni caso) non ci trova nulla di strano: “Sì, aveva chiesto ai cognati informazioni riguardo a questa piramide. Ma anche da piccola andava all’oratorio e suonava la chitarra nel coro della chiesa di San Francesco di Sales, in zona San Paolo, a Torino… Quel giorno, probabilmente, voleva andare alla piramide in cerca di serenità e conforto”. Quindi su quanto è accaduto: “E’ dipeso tutto da quell’incidente in austostrada. Avrebbe dato la vita per suo figlio, sono certo che non l’ha ucciso lei”.

Viviana Parisi