Home News Macaulay Culkin, come è diventato oggi il bambino di Mamma ho perso...

Macaulay Culkin, come è diventato oggi il bambino di Mamma ho perso l’aereo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30
CONDIVIDI

Macaulay Culkin, diventato celebre per il ruolo di Kevin in “Mamma ho perso l’aereo” ha appena festeggiato i suoi primi 40 anni: nonostante le difficoltà, ha dimostrato di sapersi reinventare.

Anzi la mano chi non ricorda Kevin, il pestifero ma sensibile bambino protagonista di “Mamma ho perso l’aereo”. Quel ruolo ha assicurato una fama internazionale all’attore statunitense Macaulay Culkin, divenuto una vera e proprio baby star. Oggi, a quarantanni appena compiuti, che ne è di lui?

Leggi anche –> Macaulay Culkin rompe il silenzio sugli abusi di Michael Jackson: “Ecco la verità”

Leggi anche –> Mamma ho perso l’aereo! Il dettaglio nascosto: ecco perché non parte

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

La nuova vita di Macaulay Culkin

Diciamo subito che per molti di noi Macaulay Culkin è e sarà sempre lo spericolato Kevin, nonostante la sua carriera lo abbia visto impegnato in molti altri ruoli e progetti come attore e cantante. In realtà il film-cult è stato per lui un’arma a doppio taglio, e a seguito di quell’esperienza non sono mancati per lui momenti difficili.

All’inizio degli anni ’90 tutti erano pronti a scommettere su Macaulay e su un suo brillante futuro a Hollywood: non a caso è stata la prima baby star a ottenere un guadagno esorbitante per la sua età, qualcosa come un milione di dollari. La sua famiglia, tuttavia, non gli è stata di particolare aiuto. Il papà ha cercato di farne una sorta di una “macchina da soldi”, facendolo scritturare in ben 15 film nel giro di soli sette anni.

Ma i flop non sono mancati, a partire da “Pagemaster” e “Richie Rich”, per cui è stato pagato ben otto milioni di dollari. Il che non ha fatto altri che aumentare la pressione nei suoi confronti, spingendolo infine a una decisione coraggiosa e controcorrente, presa quasi in concomitanza con la separazione dei genitori: abbandonare il cinema. Neppure quella mossa però è servita a ridargli la serenità; anzi, ha segnato l’inizio di una fase irta di difficoltà.

Fortunatamente, dover aver quasi toccato il fondo, Macaulay è riuscito a reinventarsi e a mettersi alle spalle gli anni bui e i suoi problemi di droga e con la giustizia, aggravati da una forte depressione. Soprattutto, si è finalmente affrancato dal personaggio di Kevin, trovando un suo spazio anche al di fuori del dorato mondo di Hollywood.

Il tutto condito da un pizzico di ironia: qualche anno, per esempio, è infatti protagonista di una delle ultime campagne pubblicitarie di Google Assistant in cui rievocava alcuni dei momenti salienti del film, ma in una casa piena di oggetti smart che lui aveva la possibilità di controllare con la voce, riuscendo così ad allontanare i ladri. Da tempo, inoltre, si dedica a una nuova attività che lo vede impegnato come editore del sito web satirico Bunny Ears, a riprova della sua versatilità.

EDS