Coronavirus, Miozzo: “Gli stadi non sono priorità, pensiamo alle scuole”

0
4

Novità importanti per quanto riguarda il futuro per il Coronavirus: parla il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Agostino Miozzo

Il mese di settembre è alle porte. Dopo tantissimi mesi di studio per il Coronavirus, le scuole dovrebbero ripartire a metà mese. Così è tornato a parlare Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, che ha svelato ai microfoni de Il Messaggero il suo punto di vista: “La riapertura delle scuole è fondamentale al momento per far ripartire le lezioni. Per quanto riguarda gli eventi sportivi, invece, non possono essere considerati al momento una priorità”.

Leggi anche –> Coronavirus, il professor Galli: “Servono 300mila tamponi al giorno”

Leggi anche –> Viaggi in Francia, coronavirus: mascherina all’aperto, regole ingresso e rientro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, le novità di Miozzo

Miozzo, infine, ha svelato ciò che potrebbe riguardare l’inizio della scuola: “Le valutazioni saranno fatte qualche giorno prima, attorno al 10 o all’11 settembre. Magari potrà essere necessario essere prudenti nelle aree in cui dovesse esserci un’impennata di casi. Ma oggi la riapertura delle scuole è sostenibile”. Saranno giorni davvero duri e intensi con l’incremento dei casi positivi in tutta Italia dopo le vacanze di migliaia di persone. La scuola dovrà ripartire sicuramente.