Wrestling, morto il leggendario “Bullet” Bob Armstrong: aveva 80 anni

Il mondo del wrestling è in lutto, morto il leggendario “Bullet” Bob Armstrong: aveva 80 anni e ha combattuto per cinque decenni.

(screenshot video)

“Bullet” Bob Armstrong, leggendario wrestler entrato nella Hall of Fame, nome all’anagrafe Joseph Melton James, si è spento oggi: a ottobre avrebbe compiuto 81 anni e solo nel luglio 2019 si era ritirato. La sua carriera nel mondo della lotta era durata oltre 5 decenni.

Leggi anche –> Wrestling: Rick Bognar morto improvvisamente a 49 anni

Il campione di wrestling lascia quattro figli, Joseph Scott, Robert Bradley, Steve e Brian Girard, che sono diventati tutti lottatori. Quando era bambino, il padre di Joseph James lo portò a vedere il wrestler Gorgeous George. Il ragazzino si innamorò delle doti del lottatore.

Leggi anche –> Lutto nel mondo del Wrestling: morta di cancro Beckie Mullen

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’incredibile carriera di “Bullet” Bob Armstrong

Da giovane, James ha prestato servizio nel Corpo dei Marines delle forze armate degli Stati Uniti ed è stato di stanza in Corea. Successivamente iniziò a lavorare come vigile del fuoco, nel frattempo ha debuttato come wrestler nel 1960, adottando il ring name “Bob Armstrong”. Nel 1966 Armstrong era diventato un volto popolare a Savannah, in Georgia, e nel 1970 smise di lavorare come vigile del fuoco e iniziò a concentrarsi sulla sua carriera di wrestling.

La sua fama crebbe e nel 1974 tentò senza successo il primo assalto al campionato mondiale dei pesi massimi NWA. In palestra, rimase vittima di un grave incidente: un peso cadde sul suo viso. Durante l’intervento chirurgico, Armstrong ha indossato una maschera da wrestling per nascondere i suoi lineamenti sfigurati e ha iniziato a usare il ring name “The Bullet”. Ripresosi da quell’incidente, proseguì nella sua carriera. Andò in “pensione” a fine anni Ottanta, ma per i 30 anni successivi, di fatto, non smise mai di combattere.