Lino Toffolo, chi è stato l’attore, conduttore e cantante: la sua storia

0
10

Lino Toffolo nella sua vita è stato attore di cinema e teatro, cantautore e cabarettista italiano. Si è spento all’età di 81 anni nella sua casa per un brutto malore.

Lino Toffolo è nato a Murano il 30 dicembre 1934 e ha dimostrato fin da subito un’inclinazione per la musica e la recitazione. Messosi in luce come attore nella Compagnia dei Delfini di Venezia, ha composto le sue prime canzoni in lingua veneta. Poi ha registrato programmi radiofonici prodotti dalla sede regionale della Rai. Nel 1962 si sposa con Antonia, detta Carla, con la quale avrà tra figli.

LEGGI ANCHE -> Giacomo Nizzolo: chi è il campione europeo di ciclismo 2020

LEGGI ANCHE -> Kledi Kadiu, chi è la giovane moglie Charlotte Lazzari: età, foto, carriera

Nel 1963 arriva l’esordio al locale milanese Derby accanto ad altri personaggi noti come Enzo Jannacci, Bruno Lauzi e Cochi e Renato, interpretando il personaggio dell’ubriaco veneziano. Partecipa nello stesso anno alla trasmissione “Gran Premio” nella squadra del Veneto con Renato Bruson. Nel 1964 durante “Questo e Quello“, propone insieme ad Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Silverio Pisu ed Otello Profazio un’interpretazione del canto anarchico ‘Addio a Lugano‘. Nel 1966 arriva anche la tournée in Canada in uno spettacolo teatrale con la regia di Aldo Trionfo e pubblica il suo primo album ‘Lino Toffolo‘.

LEGGI ANCHE -> Il Tre, chi è il rapper romano: il suo vero nome è Guido Senia

La lunga carriera di Lino Toffolo

Con il passaggio alla RCA di Lino Toffolo, incide il suo disco di maggior successo, con cui partecipa al Cantagiro 1969. Passerà in seguito alla Numero Uno, l’etichetta fondata da Mogol e Lucio Battisti e otterrà discreti successi. Il debutto al cinema avviene nel 1968 e per oltre un decennio parteciperà a molti film di successo, tra i quali ‘Il merlo maschio’, ‘Festa Campanile’, ‘Celentano’ e ‘Il giorno in più’. La sua popolarità deve molto anche al piccolo schermo, dove ha iniziato ad apparire dalla fine degli anni sessanta. Ha condotto con Alighero Noschese Canzonissima del ’71, è stato nel cast di ‘Un fantastico tragico venerdì‘ condotto da Paolo Villaggio. Dal 1987 per cinque edizioni ha condotto il gioco a quiz Tuttinfamiglia. Partecipa anche a serie televisive come ‘Dio vede e provvede‘ e ‘Scusate il disturbo‘ al fianco di Lino Banfi. Nel 2006 ha presentato il suo film indipendente “Nuvole di vetro“, da lui scritto, diretto e interpretato. Muore il 17 maggio 2016 stroncato da un infarto nella sua casa a Murano all’età di 81 anni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!